‘Moliere in bicIcletta’, la bella commedia di Philippe Le Guay

Serge è un bravo attore che ha abbandonato la carriera per ritirarsi in una casetta sull’Île de Ré, dove vive come un eremita. Questo almeno finché ad interrompere il suo burbero isolamento arriva Gauthier, suo amico nonché collega che vorrebbe scuoterlo da questo stato, proponendogli di recitare insieme ne Il misantropo di Molière. Serge non vorrebbe ma chiede a Gauthier di restare comunque per provare insieme la parte del protagonista Alceste. La vicinanza dell’amico aiuta Serge, e anche la conoscenza di Francesca, una donna italiana. Ben presto però i rapporti tra i tre si complicano…

Io ho una vera passione per la commedia francese, per il senso dell’umorismo d’Oltralpe. In questi giorni ho avuto l’occasione di vedere questo ’Moliere in bicicletta’ che ne è tra gli esempi più raffinati.

Presentato durante il Festival di Toronto, il film è diretto da Philippe Le Guay, già noto per Le donne del 6°piano e arriverà nelle nostre sale il 12 Dicembre.

Protagonisti sono Fabrice Luchini, Lambert Wilson e Maya Sansa.

E’ un meraviglioso tentativo di portare il teatro sul grande schermo: finzione teatrale e realtà si fondono nella storia che tanto ha rubato proprio dall’omonima opera di Moliere. Buffo, ironico, tecnicamente ineccepibile, il film è stato pensato dal regista durante la lavorazione de Le donne del 6°piano.

L’ispirazione gli è stata fornita proprio da Fabrice Luchini, che gli parlò de Il misantropo. Il titolo Moliere in bicicletta nacque il giorno in cui dovendo portare al suo attore il copione, Le Guay si perse e venne raggiunto da Luchini in bicicletta.

“ Il personaggio di Serge Tanneur si ispira a Fabrice, al suo amore per i testi, alla sua tendenza alla misantropia: da tempo cova il desiderio di ritirarsi dal mondo, ma fortunatamente non lo mette in atto – dice il regista – facciamo discussioni infinite sulle persone e su noi stessi: lui sostiene che cose come la generosità non esistono, poiché ognuno fa unicamente i propri interessi, mentre a me spetta la parte dell’ingenuo che vede tutto rosa e crede nell’altruismo. Fabrice è pragmatico, io sono indulgente. In ogni caso, il personaggio di Lambert Wilson rappresenta il mio punto di vista. Gauthier è una star televisiva, convinto di dover essere accondiscendente con le persone a tutti i costi. Lui stesso non si fa illusioni sulla qualità di quello che fa in tv, ma proprio per questo vuole interpretare Alceste: ha qualcosa dentro, nel profondo, che vuole difendere”.

Il film esce il 12 Dicembre per Teodora Film ed io ve lo consiglio caldamente. Credetemi non è facile di questi tempi trovare una commedia così ben fatta. Di seguito, se volete farvi un’idea, il trailer

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...