Grey’s anatomy – recensione degli episodi 11×01 – 11×02

E’ tornata per l’undicesima volta Shonda nazionale: impegnata com’è nel promuovere la sua nuova serie How to get  away with murder, la Rhimes rifiuta di mollare quella che è la sua creatura più famosa.

Io ho sentimenti contrastanti riguardo Grey’s anatomy: è una serie che guardo con affezione, ogni volta mi frega perché in ogni episodio c’è sempre qualcosa che mi cattura. eppure undici stagioni mi sembrano troppe. Tanti morti, personaggi in fase di stanca, io a questa premiere posso dare un sei, perché comunque mi ha intrattenuta, ma non mi piace vedere consumare così quello che è stato un prodotto vincente.

Iniziamo parlando dell’ingombrante elefante nella stanza di questa season 11, ovvero l’assenza di Christina Yang. E difatti più o meno tutti i personaggi ne parlano. La partenza della Yang però da il via a tutta una serie di siparietti già visti: Owen che si sente solo, Meredith che fracassa le scatole al prossimo, il bullismo verso la nuova arrivata ecc.

Riassumendo questo primo episodio, troviamo Meredith e Derek in crisi: lei non vuole lasciare il lavoro per andare a Washington perché dopo mille anni in cui ci è sempre stato raccontato che quella brava fosse Christina, si è accorta di essere un super dottore. Nel frattempo sgattaiola di notte per confidarsi con Alex che nella sua testa è diventato una sorta di surrogato di Christina, con sommo rammarico di Jo. Callie e Arizona sono di nuovo incagliate nel dilemma madre surrogato, April e Jackson iniziano a rendersi conto che presto diventeranno genitori e Webber è combattuto nei riguardi della Pierce, la sua figlia sconosciuta che nel frattempo cerca di solidarizzare con Meredith con scarsi risultati.

Non ci è piaciuto:

Meredith: Fortunatamente negli anni Shonda è sempre stata molto brava con i coprotagonisti perché se il successo della serie avesse dovuto basarsi sulla Grey campacavallo. Acida, perennemente annoiata dal prossimo, cinica ed irrispettosa verso Derek, verso la vita privata di Alex, verso i colleghi e anche interpretata da un’attrice che con gli anni è francamente peggiorata. Ho trovato irritante questa reazione infantile verso la partenza di Christina: ok le due sono state la coppia d’oro della serie, ma ad un certo punto inizia ad essere abbastanza inverosimile che una donna, medico, moglie e madre, possa comportarsi come un’adolescente in questo modo.  Pesante.

Alex: Mi è sempre piaciuto molto Alex però credo che ormai il suo personaggio ci abbia dato tutto. E’ stato lo stronzo, il playboy, il playboy redento, l’uomo tradito dall’amore, il medico che scopre la vocazione ed il figlio abbandonato dal padre, il tutto sempre con questa tendenza al cinismo Meredith Style. Cosa può raccontarci di nuovo? Che cosa ci può riservare la storia con Jo di diverso da quello che abbiamo visto fino ad ora?

Il runtime della Bailey: al contrario invece la Bailey, vuoi anche per la bravura della sua interprete, può ancora dare molto e l’anno scorso la storyline sul suo disturbo ossessivo compulsivo è stata una delle migliori. Mi dispiace che un personaggio così importante venga relegato a cinque minuti di girato in cui fa solo la macchietta.

La sorellanza Meredith/Pierce: lo dico solo perché da questo primo episodio ho la sensazione che la vogliano gestire come quando Meredith scoprì che Lexie era sua sorella. Rifiuto totale e poi la complicità. Sinceramente: che palle! Al momento poi se la Pierce è l’ideale sostituta di Christina hanno toppato in pieno.

Callie e Arizona: che noia signori miei! E il tradimento, e poi il secondo figlio e mo la mamma surrogato, basta! Preferirei altri tipi di ostacolo, magari di tipo lavorativo ad ostacolare il loro rapporto.

Ci è piaciuto:

Webber: Lui è una garanzia come Miranda, ho amato la scena agli alcolisti anonimi e anche tutto il dolore, il rimpianto, l’indecisione trasmessa solo con il silenzio nella scena della macchinetta con la Pierce.

Amelia: la piccola Sheperd ci piace e la vedo molto in una storia con Owen anche se nell’episodio non si sono mai nemmeno parlati. E’ bello il suo lato privato e casinista ed è una new entry che ha molto da raccontare.

April e Jackson: perché sono curiosa di vederli alle prese con la gravidanza e perché già nella scorsa stagione sono stati per me la vera coppia romantica.

11×02

Qui abbiamo invece un episodio Pierce- centrico. Parliamone.

Dopo una premiere incentrata essenzialmente sul ‘dove eravamo rimasti’,  non si può incentrare immediatamente un intero episodio su una new entry lasciando le vicende di cui ci importa in secondo piano: April e Jackson hanno rappresentato il potenziale romantico e si vedono per cinque minuti scarsi e Derek e Meredith insieme solo per trenta secondi.

Comunque veniamo a conoscenza di molte cose riguardanti la Pierce: che è 5 anni più piccola di Meredith, che ha una famiglia adottiva che la adora, che non ha un fidanzato.

Non ci è piaciuto:

Meredith: Ottimo, su due episodi la Grey vince il premio di personaggio più odioso. Tremenda con la Pierce, fredda con tutti gli altri,  ne esce decisamente perdente quando la sorella le rivela la sua identità arrivando a darle anche della accattona. Eppure conoscendo il passato di sua madre con Richard e vedendo il colore della pelle di Maggie, non dovrebbe essere così difficile da credere no?

Callie e Arizona: stesse motivazioni dell’episodio precedente.

Jo: mi piacerebbe vederla fare qualcosa di diverso che scondinzolare attorno ad Alex e fare cazzate per poi pentirsene e rimediare a fine episodio.

Owen: trattar male la Pierce solo perché vuol fare il suo lavoro  e dirle praticamente che come la Yang non c’è nessuno è stato scorretto

Ci è piaciuto:

Richard e Maggie: è molto tenera l’amicizia che sta nascendo tra i due, Richard che non vuole sconvolgere la vita della figlia, ma che non può evitare di starle vicino e lei che ignora il rapporto che li lega non può però fare a meno di correre da lui in nome della connessione che sente tra loro. Quando la verità verrà fuori sarà tragedia, questo lo sappiamo tutti.

Amelia: E’ la new entry che preferisco, perché è simpatica, sboccata, poco snob nonostante lavori in un super mega ospedale e poi è da apprezzare il fatto che sia l’unica che trovi Meredith ‘una persona che vale la pena conoscere’.

I casi di puntata: vale anche per l’episodio precedente, una delle qualità di Grey’s è trovare sempre qualcosa di interessante e poco banale da raccontare. Mancano molto gli spettacolari interventi chirurgici di Derek, ma la stagione è appena iniziata!

Voto Premiere: 6

Voto 11×02: 6, 5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...