Mika, my spirit animal

mika-palalottomatica

Attenzione: questo è un post ad alto tasso di fangirling. Ieri sera ho chiuso il mio ciclo di regali di compleanno con l’Heaven Tour, tappa romana del concerto di Michael Holbrook Penniman Jr per gli amici Mika. Una serata di canzoni pop cantate a squarciagola ed una prova di resistenza per il mio accompagnatore, il lettore col nome di fantasia Simba, che ha stoicamente bevuto birra, cantato e fatto video col cellulare per due ore.

Ve lo dico subito: questo è un post dichiarazione d’amore, Mika qui si ama e basta. Quindi, se non fosse già abbastanza chiaro il concerto mi è piaciuto moltissimo, soprattutto perché pur avendolo sempre apprezzato e cercato in rete sue esibizioni live, non avevo idea che sarebbe stato così…wow!

Il Mika che siamo abituati a vedere in tv con X- Factor e che molte delle persone che erano li ieri amano anche per questo, è molto diverso dal Mika performer. Sì, in alcuni momenti di semplice ‘contatto’ con il pubblico, quel tenero, buffo ed elegante cittadino del mondo che parla ormai fluentemente italiano, faceva capolino, ma quello che ho visto io ieri era soprattutto un vero animale da palcoscenico.

mika heaven tour

Grazie, direte voi, che ti aspettavi, è un professionista che ha allestito uno spettacolo. E questo è vero: dalla scenografia all’entrata in scena, ai cambi d’abito, da vero intrattenitore non ha lasciato nulla al caso. Però io ho visto anche tanta passione, uno scatenato performer che si è divertito a farci vedere come balla e saltella sul palco, che si è cimentato nell’improvvisare coreografie col pubblico e a dirigere uno spettacolo con gli smartphone sulle note di Underwater.

Io mi sono molto emozionata nell’ascoltare Good Guys ed Happy Ending, ma la cosa che mi ha lasciata stupefatta è la potenza della sua voce, che sì conoscevo ed immaginavo potesse essere così, ma non così pulita ed estesa da rimediare all’acustica non proprio perfetta del Palalottomatica (e fidatevi che di concerti lì ne ho visti parecchi).

mika heaven tour roma

Adesso attendo la riedizione dell’ultimo cd ‘No place in heaven‘ dove attenzione, troveremo un duetto nientemeno che col maestro Battiato.

Fine della dichiarazione d’amore. “Mika, se mai per qualche casualità del web dovessi leggere questo post, vuoi essere mio Bff e magari testimone di un mio eventuale matrimonio? Non devi cantare te lo garantisco, al massimo un duetto con mio nonno sulle note di ‘Romagna mia’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...