Arrow, commento all’episodio 4×05 ‘Haunted’ (feat i commenti del lettore della strada)

Per questa 4×05 di ArrowHaunted‘ in italiano ‘Come ti esorcizzo Sara‘ ho voluto coinvolgere attivamente il lettore della strada, che chiameremo con il nome di fantasia Simba.

Dovete sapere infatti che io – come la maggioranza dei cinefili – preferisco vedere le serie tv in lingua originale sottotitolata, per evitare gli spoiler, perché spesso la programmazione italiana è lentissima e campacavallo che l’erba cresce, ed anche perché ne colgo meglio la recitazione. Fino ad oggi non sono mai riuscita a coinvolgere il lettore della strada in questo, troppo difficile seguire i sottotitoli, mi perdo i pezzi, non si capisce nulla ecc. Se per Got sono riuscita a convincerlo facendo leva sull’altissimo tasso spoiler che potrebbe trasformarmi in una Banshee e sulla meraviglia dell’accento inglese, sulle altre serie tv mi è stato irremovibile fino a quando tempo fa, gli ho posto un aut-aut (o inizi a mangiare verdure elaborate consentendomi di sbizzarrirmi nelle vellutate invernali, o inizi a guardare le serie tv in lingua originale perché sono stufa di aspettare il doppiaggio). In barba ad un’alimentazione sana, ha scelto la lingua originale e quindi ieri ho appuntato i suoi commenti random all’episodio.

Episodio che, a differenza del precedente, mi è piaciuto moltissimo, anche per il crossover con Constantine e che serve anche a far ripartire da zero alcuni dei rapporti che si erano precedentemente incrinati.

arrow-4x05-

La situazione è praticamente questa: Sara è – ma guarda non ce lo aspettavamo proprio – scappata e se ne va in giro a terrorizzare la gente e uccidere donne praticamente identiche a Thea (chissà perché). Naturalmente nessuno pensa in tutto questo di avvisare Oliver che la sua ex è resuscitata e l’unico che sembra aver colto la gravità della situazione è il Capitano Lance che incredibilmente ancora non si è attaccato alla bottiglia.

Laurel: per la prima metà dell’episodio la odiamo, è tornata alla stagione 2, odiosa e sempre incazzata con Oliver, per poi riprendersi a fine episodio quando anche lei realizza di aver fatto una cazzata. (“Comunque Laurel è una cogliona” ci tiene a precisare il lettore della strada). Comprensibilissimo il desiderio di resuscitare la sorella, il dolore, il cieco rifiuto che Sara non è più quella di una volta, ma coinvolgere Thea che ha già quel piccolo problemino con la voglia di uccidere la qualunque, è un grosso, gigantesco NO.

Thea poi spiega ad Oliver della gita a Nanda Parbat e di come anche questa volta Malcom Merlyn abbia vinto il premio di padre dell’anno insieme a Stannis MariaFranzoni Baratheon. Per la prima volta in settordicimila puntate i flashback sulle avventure precedenti di Oliver si rivelano utili (“Servono, stacce” risponde il lettore della strada dinanzi al mio ‘vabbè, io me metto lo smalto‘ in segno di protesta per la noia che mi generano) per introdurre il grande crossover di puntata, quello con Constantine (serie della NBC non più in onda che racconta le vicende di questo detective del soprannaturale). I duetti con Amell sono stati impietosi per il nostro eroe, questa volta seppellito dalla bravura di Matt Ryan.

thea

In breve Constantine spiega al Team Arrow che a Sara manca l’anima, ed in una sorta di seduta spiritica con l’aiuto di Oliver e Laurel, li porta a recuperarla, in quello che è stato un sogno mistico anche un po’ ‘loggia nera’  (commento del lettore della strada). Sinceramente immaginavo ci volesse di più per riportare Sara ad uno stato di apparente normalità, ma credo che l’espediente dell’episodio fosse quello di riavvicinare alcuni personaggi, come appunto Oliver e Laurel che si erano persi, e se pensiamo che nella prima stagione avrebbero dovuto essere la coppia d’oro, quella ‘meant to be‘ è assurdo.

Diggle e il Capitano Lance invece indagano e fanno il doppiogioco con Il Ragioniere Damien Darkh e finalmente scopriamo per quale cavolo di motivo sto benedetto fratello di Dig è stato ucciso e perché tutto sto mistero attorno alla sua figura: perché era diventato anche lui un signore del crimine che collaborava con Darkh (effettivamente ci sta, altrimenti a chi avrebbe dovuto interessare sto Cristo?).

Alla luce degli ultimi eventi quindi sono sempre più dubbiosa sul totomorto: Ho sempre paura per Diggle, ma temo ugualmente molto sia per Laurel che per il Capitano Lance che diciamocelo, le sue cartucce se le è ormai sparate tutte.

Infine il sodalizio tra Felicity e il cantante degli OutKast continua vivace al punto tale che quest’ultimo la aiuta a scoprire che Ray Palmer in realtà non è morto. Ce ne fregava qualcosa? Sinceramente no.

Episodio positivo che fa ben sperare per il futuro.

In questi giorni sto recuperando anche gli episodi della seconda stagione di The Flash e ragazzi è anche superiore ad Arrow, per idee, cliffhanger ed interpreti. Anche i comprimari sono bravissimi ed ogni episodio ti lascia con il fiato sospeso. E Barry Allen supereroe che non se la tira, spacca davvero.

Cosa mi è piaciuto in questo episodio:

  • Oliver che tutto sommato non se la prende troppo con Thea e capisce che pure lui non è che sia uno proprio espansivo e chiacchierone
  • Constantine.
  • Thea pronta ad affrontare il suo destino anche se significa morire

Cosa non ci è piaciuto:

  • Laurel che è tornata l’isterica cacacazzi di un tempo
  • L’esorcismo di Sara che è durato quanto un matrimonio di Brooke Logan
  • Perché continuiamo a parlare di Ray Palmer?

Voto 7+

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...