Prendersi sul serio: quando ho deciso di comprare il dominio

retro typewriter seamless background

Ci rimuginavo su da tempo, in fondo dai, sono poco più di venti euro l’anno, una cena in meno in Osteria e passa la paura.

Sono sempre stata ad un passo dal comprare il dominio per Sedici Noni, ma c’era sempre quella vocetta fastidiosa (con il tono di mia madre, quando si tratta di comprare è sempre lei) che mi frenava : ‘Ma che ci spendi dei soldi dai, mica è un lavoro’, ‘se vabbè che sei Chiara Ferragni?‘. Poi però ho anche riflettuto sul fatto che se ad una cosa non sono io per prima a crederci, perché qualcuno dovrebbe darmi fiducia?

Così ho pensato che acquistare il dominio proprio il primo giorno di un nuovo anno potesse essere portatore di cose buone. Così, anche per annullare RaiUno, che mi dicono abbia anticipato la mezzanotte di un minuto mentre ieri stavamo festeggiando.

Sapete, io tengo moltissimo a questo spazio, ora che faccio un lavoro completamente diverso più che mai, è il mio piccolo tesssoro.

Da oggi quindi, sempre sotto l’egida di WordPress, il blog si chiama ufficialmente www.sedicinoniblog.com salvatelo tutti tra i preferiti.

Diciamo che è stato un anno sicuramente proficuo, durante il quale ho imparato delle cose in più sull’esserci su Internet, arrivando anche a capire diverse cose sul mio approccio al blog:

  • Devo, a malincuore, rinunciare all’idea di poter fornire con precisione svizzera delle rubriche: rimane solo ‘La domenica dei ciccioni‘, che è per me più facile da gestire, rispetto a quella con le uscite del weekend. Il tempo libero che ho dovrebbe essere tutto dedicato a questo, ed al momento ragazzi, è infattibile. D’altra parte ridurre il numero di appuntamenti fissi mi consente anche di curare meglio quelli rimanenti, senza l’ansia della pubblicazione forsennata.
  • Rimangono però i commentoni di Game of Thrones, che secondo il report di WordPress, ed il riscontro avuto su Facebook, sembrate avere gradito parecchio.
  • Devo imparare a gestire meglio gli altri social: Instagram, Bloglovin e soprattutto la pagina Facebook, dove non posso limitarmi a linkare solo il post del momento, ma ‘esserci’, quasi sempre.
  • Ho scoperto, grazie a Bloglovin, una serie di blog e di conseguenza di persone, che mi hanno fatto appassionare al cosiddetto ‘lifestyle’, un piglio più generalista. Questo è quello che vorrei fosse il blog in questo 2016,  mi piace quando mi trovo a raccontare più di me che di questo o di quel film. Questo non significa che starò tutto il tempo a raccontarvi i fatti miei o che mi improvviserò fashion blogger (non potrei manco se volessi, una mia -non più – amica mi disse una volta che possedevo tanti bei abiti, ma che non sapevo abbinarli bene), ma forse sì col tempo, ci sarà una svolta più personale.
  • Mi piacerebbe moltissimo buttare giù una rubrica mensile (a cadenza così agile, è più facile mantenere la promessa) per parlarvi dei libri che leggo, e fidatevi, la vita da pendolare mi consente di leggere davvero taanto.

E poi insomma, vi ricapitolo i social dove trovarmi:

Instagram

Facebook

Bloglovin

Buon inizio a tutti, che sia pieno di gioia, libri, buoni film e serie tv in lingua originale!

Annunci

4 pensieri su “Prendersi sul serio: quando ho deciso di comprare il dominio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...