Game of Thrones, commento all’episodio 6×03 ‘Oathbreaker’

Che questo terzo episodio di Game of Thrones fosse abbastanza tiepidino, avrei dovuto immaginarlo dalla sospettosa mancanza di spoiler sul web, come accaduto per la precedente. E si che di cosette ne sono successe, ma c’è anche tanta lentezza in alcune delle storyline.

Commentiamo dunque per praticità la puntata partendo dai momenti meno intensi sino ad arrivare a quelli davvero degni di nota.

As usual mi tocca ricordare ai più ingenui che capitano qui per caso che:

stark_spoiler

Prima o poi doveva accadere: Sam e Gilly sono tornati e si piazzano – con la pregiata scena del mal di traghetto – in pole position per essere la linea comica di stagione in mancanza degli Sveglioni Daario e Jorah. Incredibilmente, tanto per ricordarci che ci sono dei seri problemi di equilibrio temporale tra una storia e l’altra, i due hanno lasciato Castle Black da quanto, 10 minuti, e il piccolo Sam è cresciuto, ha addirittura una criniera bionda. Per il resto noia a palate, capiamo solo che sono diretti a casa di Sam, il cui padre si intuisce brevemente, deve essere amorevole quanto il fu Tywin Lannister.

A proposito di Lannister, ad Approdo del Re, la famiglia dei leoncini biondi continua a non passarsela molto bene, ma sinceramente vorrei vedere qualcosa di più di Cersei che trama e Jaime che le va dietro come un cagnolino. Quanto deve durare questa situazione? Vogliamo il processo! Vogliamo piume di Alti Passeri che volano! Vogliamo una personalità per Jaime! Segnaliamo invece il formarsi di una nuova coppia, Kevan Lannister, che a dispetto del cognome odia e disprezza profondamente il resto della famiglia e soprattutto lei, Lady Cocca Tyrell. In due minuti di girato, i due candidati a Uomini e Donne anziani, rimettono a cuccia Cersei, Jaime e il cane da guardia La Montagna Reloaded. Quello che è invece interessante è la manovra di Qyburn per arruffianarsi le spie che erano di Varys e ci scommetto che presto all’orecchio di Cersei arriverà anche la geolocalizzazione di Tyrion.

got 6x03 high sparrow

Nel frattempo Winnie the Tommen, armato delle migliori intenzioni come tradizione di famiglia, va ad imporsi dall’Alto Passero nel suo tempio equosolidale. E c’è da dire che ci prova eh, si atteggia a stronzo reale come faceva il mefitico Joffrey, io sono il Re, e questo e quello, ma niente. Ron Hubbard lo incanta con la sua tunica in paglia, gli offre una tisana vegana, lo mette a sedere con due pasticcini alle bacche di Goji e in tre minuti netti lo convince che lo Stato non può opporsi al volere dei sette dei e che se mammina è stata una criminale, è giusto che paghi. Ovviamente nel frattempo Margaery (che non vediamo), è sempre lì a contarsi i pidocchi in cantina, rimpiangendo i giorni in cui Joffrey si divertiva giocando a freccette con le prostitute di Westeros.

danerys vaes dothrak

Non se la passa bene manco la Ignifuga, che scortata dalla brutta copia di Khal Drogo arriva a Vaes Dothrak, la casa di riposo per khaleesi vedove. Non avendo capito che fondamentalmente in un deserto governato da selvaggi a cavallo con tradizioni barbare secolari, i suoi titoli nobiliari non contano una ceppa, Dany ci riprova: ” Sono Daenerys della casa Targaryen, nata dalla tempesta, madre dei draghi...

giulio-andreotti-malore-

E niente, le dicono che avendo infranto la procedura che tutte le vedove seguono, in sostanza mo so cazzi. Seriamente, che due palle ragazzi. Che senso ha adesso tutta questa manfrina, capirei se servisse a plasmare il carattere della madre dei draghi, ma mi pare stia peggiorando.

A Meeren invece mi devo scusare per aver sospettato di Varys, che con l’eleganza che lo contraddistingue nonostante il costume da lottatore di sumo, porta a casa un’informazione interessante per le indagini sui cosplayers di Eyes Wide Shut che ce l’hanno con Daenerys. Il tutto mentre quel poraccio di Tyrion intrattiene Verme Grigio e quell’altra rincojonita di Missandei. Cioè questi non ridono, non trombano e manco bevono, ma vi pare normale piazzare uno dei personaggi migliori a far da badante a sti due? Sarà guerra tra Meeren e Astapor, Yunkai e Volantis? Io fossi in Tyrion porterei i draghi a fare i bisogni in giardino, ma è solo una mia opinione eh.

arya- got 6x03

Torniamo invece nella Casa del Bianco e del Nero, quella con la fotografia curata da Andrea Bocelli. Arya continua a prendere mazzate e a bere tisane all’argilla. Interessante scoprire che come sospettavamo, Daredevil si era poi affezionata al Mastino. Ora è pronta a diventare nessuno? Secondo Jagen sì e infatti le restituisce la vista. Bravi, ora spiegateci pure che deve fare questa nella vita a parte sviluppare preoccupanti istinti omicidi.

Lo confesso: ho sempre ritenuto la storia di Bran e dei fratelli anemici di una noia mortale e anche un po’ inutili. Adesso invece non vedo l’ora di vedere in scena lui e i suoi Spiegoni. Nella fattispecie in questo episodio assistiamo ad uno dei flashback più attesi e sul quale si infarciscono teorie dal 1996: La torre della gioia.

Accompagnato sempre dall’Esorcista che pare decomporsi sempre più ad ogni scena, Bran scopre innanzitutto che Ned Stark da giovane era paro paro Barney Stinson (cit.)

got 6x03 tower of joy

e poi che nel duello finale con Arthur Dayne ” La spada dell’Alba”, è stato aiutato da Howland Reed vincendo non proprio in maniera pulita. Questo serve a spiegarci che anche il santissimo Eddard Stark sapeva dire bugie. Bran diventa tutti noi quando si ostina a voler seguire il padre nella torre, dove Lyanna sta urlando, e per un attimo il giovane Ned Stynson sembra percepire la presenza del figlio. L’Esorcista però si incazza e lo riporta alla realtà, non puoi fa come te pare regazzì, prima di avere l’attestato di veggente, devi imparare a controllare i tuoi poteri potentissimi e poi potrai lasciare Dagobah. Non vedo l’ora di vedere Ned entrare nella Torre, per svelare finalmente il mistero attorno alla morte di Lyanna e sul perché tre membri della Guardia Reale la stessero proteggendo.

got 6x03 - osha rickon

Uno dei più importanti colpi di scena dell’episodio è a Grande Inverno, ormai per gli amici Castello degli orrori, dove seppellita in fretta l’augusta famigliola, Ramsey esercita le sue facoltà di protettore del Nord (mi sono sentita male solo a scriverlo). The North Remembers un par de palle visto che dopo i Karstark anche gli Umber voltano le spalle agli Stark e consegnano nelle mani dello psicopatico proprio Rickon. Scommettiamo che Ramsey lo userà per attirare Jon  – e Sansa – a Grande Inverno e sbarazzarsi di entrambi? Non per tiragliela, ma Rickon ha ormai una grossa croce sulla testa.

Ed eccoci all’altro momento più importante dell’episodio.

got 6x03 jon

Terminata l’operazione Lazarus, Jon Snow è ufficialmente risorto e comprensibilmente per uno che era morto, si fa venire un attacco di panico. Melisandre vuole sapere se nell’aldilà ha visto il Signore della Luce, ma Jon non sa niente manco da morto. E’ Davos a spingerlo a sfruttare questa seconda occasione. Dopo un breve momento comico durante il quale apprendiamo che a quanto pare il Lord Comandante ce lo ha piccolo, capiamo che il titolo Oathbreaker, colui che spezza il giuramento, si riferisce proprio a lui. L’ultima azione di Jon Snow come Lord Comandante dei guardiani è quella di impiccare i traditori. Lo stacco sul Figlio della Merda è un po’ la vendetta anche per noi spettatori. Ora che cosa farà Jon? Io credo che nel prossimo episodio si riunirà finalmente a Sansa e una volta scoperto che Rickon è prigioniero di Ramsay, deciderà di riprendere Grande Inverno, forse anche con l’aiuto dei Bruti e di Davos.

In tutto ciò mi chiedo: che fine hanno fatto i White Walkers? Stanno venendo con la metro A? Si so persi per strada? E se Jon se ne va, chi li combatte?

Per oggi è tutto, speriamo in un quarto episodio più scoppiettante.

tumblr_npyw27TobG1qhen81o1_500

 

OGNI MERCOLEDÌ POTETE TROVARE I COMMENTI IN FORMA DI ALBUMI FOTOGRAFICO NELLA PAGINA FACEBOOK https://m.facebook.com/GameofSthrons/

Annunci

7 pensieri su “Game of Thrones, commento all’episodio 6×03 ‘Oathbreaker’

  1. Le storie di Arya e Danaerys sono due mattonate sugli zebedei, e sulla madre dei draghi lo dico dalla prima stagione. Ma sti draghi dove so’ finiti che quando servono non si trovano mai? Due personaggi, Zero influenza sugli eventi importanti e Mille minuti buttati nel cesso. E purtroppo è caduto in questo buco nero anche Tyrion.

    Per sapere chi c’era nella torre quanti episodi dovremo aspettare?

    Jon dimettendosi dalla carica perde potere. Spero per lui che adesso riscatti la sua inutile vita precedente, se no lo rimando a calci dove lo avevano spedito. (“Figlio della merda” è GENIALE)

    Non so se reggo un altro toy boy a disposizione di quel deficiente di Ramsay. Abbiamo finito con gli stupri per concentrarci sugli horror? Dopo i cani che sbranano infanti che cosa manca? Sarebbe uno scadimento ulteriore per la sceneggiatura.

    Non so se hai letto i libri, dove imperversano altri personaggi e story line che in TV ci sono state risparmiate. GoT è la più grande occasione mancata di questo secolo che è appena iniziato. Poteva essere un moderno Lord of the Rings e invece… una confusione totale, una lettura a tratti noiosa con la sgradevole sensazione di prezioso tempo rubato alla zappetta in balcone. Fra l’altro in TV hanno premuto l’acceleratore sul sesso e la violenza, svilendo decisamente quest’opera.

    Resta il fatto che non possiamo fare a meno di guardare GoT in TV e non potremo fare a meno di leggere i prossimi libri di Martin, se quello scemo vive abbastanza a lungo. Resta il fatto che mezzo mondo se lo sta guardando ed è entrato nell’immaginario collettivo.
    Questo significa che, malgrado tutto, questa storia ha un’anima molto più forte di coloro che hanno cercato di umiliarla.

    Mi piace

  2. Le storie di Arya e Danaerys sono due mattonate sugli zebedei, e sulla madre dei draghi lo dico dalla prima stagione. Ma sti draghi dove so’ finiti che quando servono non si trovano mai? Due personaggi, Zero influenza sugli eventi importanti e Mille minuti buttati nel cesso. E purtroppo è caduto in questo buco nero anche Tyrion.

    Per sapere chi c’era nella torre quanti episodi dovremo aspettare?

    Jon dimettendosi dalla carica perde potere. Spero per lui che adesso riscatti la sua inutile vita precedente, se no lo rimando a calci dove lo avevano spedito. (“Figlio della merda” è GENIALE)

    Non so se reggo un altro toy boy a disposizione di quel deficiente di Ramsay. Abbiamo finito con gli stupri per concentrarci sugli horror? Dopo i cani che sbranano infanti che cosa manca? Sarebbe uno scadimento ulteriore per la sceneggiatura.

    Non so se hai letto i libri, dove imperversano altri personaggi e story line che in TV ci sono state risparmiate. GoT è la più grande occasione mancata di questo secolo che è appena iniziato. Poteva essere un moderno Lord of the Rings e invece… una confusione totale, una lettura a tratti noiosa con la sgradevole sensazione di prezioso tempo rubato alla zappetta in balcone. Fra l’altro in TV hanno premuto l’acceleratore sul sesso e la violenza, svilendo decisamente quest’opera.

    Resta il fatto che non possiamo fare a meno di guardare GoT in TV e non potremo fare a meno di leggere i prossimi libri di Martin, se quello scemo vive abbastanza a lungo. Resta il fatto che mezzo mondo se lo sta guardando ed è entrato nell’immaginario collettivo.
    Questo significa che, malgrado tutto, questa storia ha un’anima molto più forte di coloro che hanno cercato di umiliarla.

    p.s.: spero di non aver commentato due volte. Chiedo scusa se è successo.

    Mi piace

    • Mi trovi molto d’accordo, sia su Arya che su Dany, soprattutto perché la madre dei draghi era interessante all’inizio, proprio nei primi episodi e si è guastata nel tempo. E’ vero quello che dici, anche io ho letto i libri e ho notato una perdita di qualità dalle prime tre stagioni, però non so se sei d’accordo con me, ma andando avanti anche Martin si è un po’ perso, introducendo nuovi personaggi. Non mi piace molto la violenza gratuita con il solo scopo di sconvolgere lo spettatore, vedi Ramsey e i suoi cani. Però mantiene sempre un grande fascino grazie ai suoi colpi di scena continui e al fatto che nessuno è al sicuro. Ho molte speranze su Jon, e su cosa gli riserva il futuro dopo I Guardiani!
      Grazie di aver commentato, mi piace sempre confrontarmi con altri fan!

      Mi piace

  3. Sono più che d’accordo. Non l’ho scritto esplicitamente, ma la responsabilità del naufragio di GoT ricade ovviamente sulle spalle di Martin.
    Sì, questa storia ha un grande fascino, nonostante tutto, ma ho la vaga impressione che la serie TV sarà più soddisfacente del romanzo.

    Se posso darti un consiglio non richiesto, guarda Black Sails.
    Non mi pare che lo citi sul blog e quindi te ne parlo io.

    Troverai una storia scritta bene, bella, profonda e appassionante. che ti cambia il punto di vista episodio dopo episodio. Soprattutto troverai un universo completo, nel quale anche le donne (ebbene sì, le donne del ‘700) hanno un ruolo, un’anima e una personalità complessa e sfuggente come ce l’hanno le persone vere.
    I primi 4 episodi sono lenti e macchinosi, e hanno probabilmente tarpato le ali a questa serie che invece si confronta ad armi pari con le migliori degli ultimi dieci anni. Gli autori hanno recepito le critiche, e fra 4° e 5° episodio la storia accelera… e non ti fermi più. Arriva fino in fondo alla prima stagione e mi saprai dire. 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...