Game of Thrones, commento all’episodio 6×05 ‘The Door’

Ebbene, siamo al giro di boa signori. Anche l’episodio 6×05 è passato, e sebbene alcune storylines siano ancora impantanate, altre sembrano procedere verso sviluppi interessanti.

Bando alle ciance, c’è tanto di cui parlare, perciò non mi resta che ricordarvi che:

game of thrones spoiler

got sansa

L’episodio ci mostra Sansa, che trovato un Giralamoda nelle cantine di Castle Black, non fa in tempo a mettersi a cucire, che subito riceve una mail di PedoBaelish che chiede udienza. Evvai, che adesso Briennona gli mescola le ossa in ordine sparso! No, basta Sansa, che gli rinfaccia tutte le sue sciagure e poi gli ordina di sparire dalla faccia della terra prima che  decida di utilizzarlo per farci il compost. PedoBaelish per il momento sembra accusare, ma noi sappiamo bene che sotto quei baffetti unti ha sempre un piano B, infatti con aria affranta dichiara di voler mettere al suo servizio i cavalieri della Valle, le rivela che il fratello della defunta Catelyn, Brynden Tully meglio noto come il Pesce Nero (non è una battuta, è proprio il nome di battaglia), ha ricostituito il suo esercito e riconquistato Delta delle Acque. Poi, geloso fracico di non essere più l’unico uomo degno della fiducia di Sansa, le butta lì un ‘ Beh Jon è il tuo FRATELLASTRO‘. Maledetto infimo di uno PedoBaelish, te tre quarti dei bordelli tuoi, se ci fosse qui Camilleri, ti direbbe ‘Catafottiti‘.

got jon

Segue riunione in Sala Mensa con Jon, Sansa, Brienne, Davos, Mely, Edd e Thormund. Dopo tre secondi appare chiaro che Sansa è decisamente il leader, perché Jon dopo quella faccenda della Resurrezione appare ancora troppo provato. Il problema, dice Davos – finalmente sereno del poter parlare con gente che effettivamente lo ascolta, non come quel saccente ingrato di Stannis Maria Franzoni bonanima – è che alcune casate del Nord hanno buttato nel cesso il giuramento di fedeltà verso gli Stark. E anche che il leader che dovrà guidarli, Jon, non ha ufficialmente il cognome Stark. E Sansa, invece di dire come mi sarei aspettata, che una volta ripreso Grande Inverno legittimerà Jon, risponde che non fa niente, il titolo nobiliare ce lo ha lei e in più Zio Brynden la aiuterà di certo. “E tu come fai a saperlo, bella bambina?” chiede Jon. ” Come se fosse Antani“, risponde Sansa. La mia reazione è stata un bel maturo “ brutta stronzetta ingrata, questo sta muovendo un esercito per salvare Rickon, il tuo culo e il servizio di porcellane di Grande Inverno, e tu gli menti?”.

Poi però ho pensato che dopo tutto quello che ha passato, non è facile per Sansa fidarsi completamente di qualcuno, anche se è Jon, e quello stronzo di PedoBaelish le instillato il dubbio. Ora il mio sogno è che Briennona lo ritrovi e lo suoni come una campana. La Lady Oscar di Westeros intanto viene mandata in missione proprio dal Pesce Nero, senza nemmeno il tempo di concretizzare questa ship con Thormund. Come da contratto però, fa in tempo a ricordarci che la Donna Rossa ha ucciso Renly ecc. ecc. Briè, stai diventando uno dei miei personaggi preferiti, però accanna. Sono morti personaggi più importanti  e di Renly al momento non ce ne frega una mazza.

 Infine, mentre stanno partendo per andare a cercare aiuto dalle casate del Nord, Sansa per farsi perdonare la sgarbataggine, regala a Jon una bella pelliccetta da pappone. Lui dal canto suo, continua a non capirci un cazzo.

got dany

Ci spostiamo a Essos, dove il barbecue con i Dothraki ha fatto bene alla Ignifuga che ora sfoggia un bel color Arancione Casa Cantoniera, che la rende pronta per i casting de La fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. “Ti ho cacciato due volte e sei tornato due volte“, dice Dany a Jorah.Lo so, per questo mi chiamano Il Rieccolo“, risponde quel poveraccio e dopo le mostra i tatuaggi. Nel granitico cuore incazzoso di Dany pare finalmente muoversi qualcosa, e quando mi stavo aspettando uno sticazzi come un missile terra aria, lei gli impone di cercare una cura e poi di tornare da lei. Come amico, of course. E si ricomincia, a cavallo con settordicimila Dothraki, senza l’aria di volere salpare per Westeros. Che due palle.

A Meeren, continua a piangermi il cuore nel vedere un personaggio come Tyrion sacrificato per una storia tappabuchi, perché mo seriamente, dei cattivissimi Cosplayers di Eyes Wide Shut, di Verme Grigio e Missandei, a chi interessa? Viene introdotto un nuovo personaggio, tale Kinvara, praticamente la versione di Essos di Melisandre. Anche questa è convinta che la Ignifuga sia la reincarnazione del Principe che fu promesso eccetera eccetera. Segue giochetto di prestigio con Varys, tipo quelli che ti fanno scegliere le carte da gioco e poi ti dicono che figure hai, e anche l’interpretazione peggiore mai vista dai tempi di Shae la prostituta. Attrice davvero bellissima, ma intensa quanto Manuela Arcuri.

Nella casa del Bianco e del Nero Arya continua la pre-pugilistica con la ragazzina bionda. Ora, perché questa odi Arya io non l’ho ben capito, se perché sa che è la cocca del Professor Jagen o semplicemente perché ogni mattina si guarda allo specchio, vede che ha la faccia da arpia e quindi le rode il culo per il tutto il giorno. Intanto dopo le frasi in terza persona da contratto, Jagen spiega ad Arya quale sarà il suo incarico: ” la tua missione, se deciderai di accettarla (cit.) sarà quella di uccidere un’attrice che percula tuo padre in uno spettacolo diretto dai Vanzina‘. Vediamo così che Arya ha davvero imparato la lezione, perché nella stagione scorsa sul quel palcoscenico ci avrebbe lanciato una granata mentre condiva le ostriche, e invece non fa nulla, ma sembra ancora tentennare. Mi dispiace perché io amo Arya, ma ho bisogno di vedere di più della sua storia, perché sono passati tanti episodi e ancora non è chiaro lo scopo di Jagen.

got yara

Alle Isole di Ferro, ritroviamo  Theon che ci dimostra come un nuovo vestito e un bel taglio di capelli possano subito cambiare l’aspetto di una persona. Arriva la tanto attesa (ma anche no), incoronazione della Sorellauomo, anche perché immagino che se dopo quello che ha combinato, Theon avesse provato  a reclamare il trono, li finiva a pizze in  faccia. Arriva anche il cattivissimo Zio Euron, che viene incoronato al grido di ‘Piamose Danerys e i draghi e piamosela mo prima che o faccia quarcun artro‘. Ve lo dico subito, non so ancora se Euron McGregor mi piace come nuovo villain, ed essendoci già troppa carne al fuoco in questa stagione, ho paura che di questa storyline venga fuori una schifezza simil Dorne.

got hodor

Infine, eccoci al momento clou della puntata. Bran scopre l’origine degli Estranei, e poi si fa tentare dal fare un viaggetto da solo. Così i White Walkers, che finalmente hanno trovato la giusta fermata della Metro A, possono rintracciare il suo  nascondiglio. L’Esorcista, ormai in avanzato stato di decomposizione, gli dice che è ormai il momento per lui di lasciare Dagobah e diventare il nuovo Corvo con Tre occhi. “Ma sono pronto secondo te?”. “No“. Ottimo. Giusto in tempo per un bel crossover con The Walking Dead, l’ultimo saluto ad un altro metalupo e un bello spiegone sulla storia di Hodor. Bran, entrando nella sua mente, trovandosi però nel passato, gli ha creato una sorta di trauma cerebrale, motivo per il quale il povero omone ripete solo ‘Hodor‘, crasi di ‘Hold the Door‘. Mi chiedo come tradurranno tutto ciò in italiano. La morte di Hodor mi spezza il cuore, soprattutto pensando al fatto che ha ripetuto per tutta la vita la frase che avrebbe segnato la sua morte. Un gigante buono, che pur non essendo un personaggio principale, ci ha fatti affezionare tutti. E adesso ci ritoccano di nuovo Bran e Meera pe campi. Che gioia.

Apriamo un sondaggio. Secondo voi ci sfoltiscono i metalupi come mosche perché:

  • La computer grafica costa troppo e se so spesi il budget per la probabile battaglia della 6×09.
  • Hanno fatto un casino non approfondendo il rapporto Stark/Metalupo, che è evidente nei primi episodi della serie.
  • George Martin in realtà è un gattaro e odia i cani.

Mi chiedo se il povero cucciolo Summer, ucciso dagli Estranei, si trasformerà in un metaestraneo.

Al solito, se volete commentare, non esitate!

Annunci

Un pensiero su “Game of Thrones, commento all’episodio 6×05 ‘The Door’

  1. Vero che ci sono sviluppi interessanti, ma stanno tutti nella nostra mente e nelle nostre aspettative, perchè invece sulla scena si procede lentamente.

    Si chiude ogni episodio con una serie di boh, mah, però, magari poi, forse la prossima, sta a vedere che… anche stavolta un coitus interruptus.

    SANSA
    La passeggiata nel bosco aveva restituito una Sansa jihaidista, così, dal nulla. Arriva al Castello Nero e via con “annamo, famo, menamo”. C’è solo il piccolo particolare che quelli dall’altra parte sono di più, menano forte e ti spellano vivo, come giustamente fa notare Davos.
    Ditocorto le offre un esercito, lei fa la sostenuta e poi lo rimanda a casa. Non ha imparato niente. La sua lucidità strategica spazia fra Berlusconi che vuole la CL in cinque anni e Hitler che prepara la rivincita dentro al bunker. Ma buon sangue non mente. Ammettiamolo, gli Stark sono veramente inadatti alla politica. Ma chi lo sa, magari poi…
    ARYA
    La tizia odia Arya per via del suo ceto sociale, ci lascia intendere Jagen. Il resto è boh…
    Li CIALTRONI de Fèro
    Palloni gonfiati che non hanno mai combinato niente e Euron glielo dice in faccia. Ieri mi sono ricordato che nel libro Euron ha in progetto di portare le navi a Dany e questo spiega perchè nella sesta stagione siamo tornati sull’isola triste. Sta a vedere che..,
    DANY
    Mi sta simpatica, quindi le perdono tutto. Però…
    LIBERATE TYRION
    Non so, potrebbe servire una petizione online?
    I PUFFI CATTIVI
    Finalmente sti white walkers si rivedono (ma perchè white se sono azzurri !!!). Vedrai che avevano sbagliato la diramazione della Metro B e a Rebibbia hanno perso tempo per visitare i parenti. Insomma, le tipe li hanno creati per difendersi e mo questi le vanno a cercà? I complimenti !!!
    Io non vorrei essere cavilloso… ma da dove arriva la lancia che sfrantuma uno dei Puffi? Noi sappiamo che ci vuole l’ossidiana.

    DUE LAMPI NEL BUIO
    – Molto molto bella la rappresentazione teatrale, recitata benissimo, da gustarsi rigorosamente in lingua originale.
    – Toccante e coinvolgente la storia di Hodor. La scena finale è grandiosa, fra le migliori di sempre nel panorama TV.

    Sondaggio:
    – Hanno fatto un casino non approfondendo il rapporto Stark/Metalupo.
    Sti metalupi so più inutili della carta igienica bagnata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...