Le ricette che amo, da film e serie tv

Da che ho memoria, il rapporto che ho con il cinema (da casa o in sala), e le serie tv, è sempre stato profondamente connesso con il cibo: non a caso la mia prima e più prepotente associazione pavloviana è quella pop corn al burro/ botteghino di multisala.

In moltissime pellicole ed in altrettanti episodi si fa largo utilizzo di quelli che possono essere cibi feticcio, una ricetta preparata in maniera ricorrente, o di cui si parla spesso, altri li evocano a partire dal nome: Ratatouille, Chocolat.

Ho raccolto le mie preferite: alcune di queste le ho personalmente replicate, altre vorrei, ma devo anche trovare la cavia adatta che mi assecondi.

pop-tarts

Pop Tarts di Una mamma per Amica

Chiunque abbia visto almeno un episodio di questa serie sa quanto il cibo sia importante per le ragazze Gilmore, che non si cimentano ai fornelli manco morte, ma in compenso sono campionesse olimpioniche di junk food, ravioli cinesi e raffinati roast beef delle cene del Venerdì. In particolare le Pop Tarts le vediamo spesso nelle loro serate casa e film a noleggio, o durante sessioni di studio selvaggio di Rory.

Per la pastafrolla di base:

250 gr di farina 00

110 gr di burro

1/2 cucchiaino di sale

1 cucchiai di zucchero

1 uovo

2 cucchiai di latte

Per il ripieno

Marmellata di fragole o un gusto a vostra  scelta

Per la glassa

2 cucchiai di zucchero a velo

2 cucchiai di acqua fredda

In un mixer o se preferite con le vostre delicate manine, mescolate farina e burro ottenendo piano piano qualcosa di grossolano; Unite quindi sale zucchero, uovo e latte ed impastate fino ad ottenere il classico impasto omogeneo ed elastico. Tenetelo in frigo un’oretta, e poi stendetelo tagliandoli a rettangoli.

Cospargete la metà di questi rettangoli di marmellata e coprite con i rimanenti, chiudendo tutti i bordi con la forchetta.

Mi raccomando praticate dei foretti con la forchetta sulla superficie, altrimenti esploderanno in forno in grumi di marmellata poco simpatici da pulire e resistenti alla spugna come il silicone saratoga. Infornate per 30 minuti a 180°. Preparate la glassa sbattendo energicamente zucchero a velo ed acqua  ghiacciata, se vi piace aggiungete estratto di vaniglia. Quando i pop tarts saranno tiepidi, cospargete di glassa e se ne avete, di zuccherini colorati, ed eccovi pronti per una serata Gilmore (per completezza dovreste anche ordinare cinese per un reggimento, io ve lo dico eh).

chef-toast

Il toast al formaggio di Chef

Il film di  Jon Favreau, così come ogni episodio di Masterchef, mi ha stimolato una fame atavica ed è quindi sconsigliatissimo da guardare prima di cena o durante una dieta, perché come suggerisce il nome, è un tripudio di succulente ricette. La più famosa, pur non essendo particolarmente elaborata è quella del toast al formaggio, probabilmente la sequenza che più ti incanta e ti fa venire voglia di cimentarti subito nella preparazione

Ingredienti:

2 fette di pane in cassetta

Burro

Formaggio Cheddar o Gouda

Imburrate le due fette di pane, scaldate un po’ di olio in una padella e poneteci ad bruscare il pane dal lato del burro. Quando saranno dorate mettete il formaggio cheddar su una fetta e coprite con l’altra girando il toast finché non avrà assorbito per bene l’olio ed il burro ed il formaggio si sarà sciolto. Ora scusate, so cosa preparami per cena.

cherry-pie

La Cherry Pie di Twin Peaks

Insieme al caffè nero come una notte senza luna, la Cherry Pie ( e i donuts of course), è il cibo feticcio della serie di David Lynch, ed il preferito dell’amatissimo special agent Dale Cooper. Azzardo: la Cherry Pie è famosa quasi quanto l’Apple Pie, io le amo entrambe così dolci e succose. Preparare questa ricetta non è particolarmente difficile, naturalmente se si potessero avere ciliegie di stagione sarebbe meglio.

Ingredienti

Per la Base:

450 gr di farina

200 gr di burro  tagliato a pezzetti

20 gr di zucchero

1 pizzico di sale

Per il Ripieno:

400 gr di ciliegie

50 gr di zucchero (assaggiate comunque prima le ciliegie perché se sono molto mature e dolci potere ridurre la quantità di zucchero)

Scorza e poco succo di limone

Un cucchiaio di maizena

Preparate la base mettendo nel solito mixer farina e burro ottenendo un primo impasto grossolano e aggiungete man mano zucchero, sale e piano piano l’acqua fino ad ottenere  un impasto elastico, ma non appiccicoso. Fatelo riposare per una mezz’ora mentre preparate il ripieno, denocciolando  le ciliegie e mescolandole con zucchero scorza e succo di limone e la maizena.

Stendete la pasta, dividetela a metà e con una parte foderate uno stampo rotondo, riempite con le ciliegie e coprite con la restante pasta (potete tenere da parte qualche ciuffetto di pasta per fare delle foglioline di decorazione). Bucherellate la superficie per far uscire il vapore. Infornate a 180 per 50 minuti, abbassando se necessario la temperatura del forno. Sfornate e servite tiepida.

pomodori-verdi-fritti

Pomodori verdi fritti di Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

Vidi questo film da piccola con mia zia e come tutti i film che non erano proprio concepiti per bambini, è rimasto per sempre impresso nella mia memoria. Mi riprometto sempre di leggere il libro da cui è tratto questo meraviglioso film drammatico, ma lo smaltimento della mia lista di libri da leggere è grande come l’Universo. Non ho mai provato a riprodurre questo piatto, ma me ne è tornata la voglia proprio preparandomi per questo post, chissà…

Ingredienti

4 Pomodori Verdi

2 Uova grandi

100 gr di farina di mais più 3 cucchiai di farina 00

Un cucchiaino di zucchero

Sale e Pepe quanto basta

Olio di semi per friggere

Tagliate i pomodori già lavati nel senso della larghezza, in fette spesse almeno un cm e salateli lasciandoli su un piatto o su una griglia in modo che perdano l’acqua in eccesso: questo passaggio è fondamentale per la riuscita di tutta la ricetta.

In una ciotola mescolate le due farine e lo zucchero, mentre in un’altra ciotola sbattete energicamente  le uova con sale e pepe. A questo punto prendete i pomodori e passateli nell’uovo, poi nella farina, poi di nuovo nell’uovo e di nuovo nella farina (impanatura doppia a prova di bomba come per i supplì).

Scaldate l’olio (mi raccomando, deve essere bollente altrimenti i pomodori assorbono tutto e poi diventano immangiabili ) friggete e servite ben caldi.

butterbeer

La Burrobirra di Harry Potter

Questa bevanda è ormai diventata più iconica della Coca Cola, e riprodotta viene servita sia nel parco tematico di Orlando, che nel tour degli studi Warner di Londra. Dalla quantità di zucchero presente sembra essere una versione più dolce di Coca Cola ed Aranciata, peccato per il rhum perché son certa piacerebbe molto ai bambini.

3 cucchiai di burro;

Mezzo litro di bevanda tipo gassosa;

1 tazza di zucchero di canna;

3 Cucchiai di acqua;

Mezzo cucchiaino di sale;

un cucchiaino di aceto di mele;

Un tazza di panna

Un cucchiaino di rhum.

Mettete lo zucchero di canna con dell’acqua in un pentolino facendo sciogliere tutto lo zucchero, portate ad ebollizione e aggiungete burro, sale, aceto, parte della panna e mescolate portando di nuovo ad ebollizione. Quando sarà freddo aggiungete il rum. A parte montate lo zucchero con la restante panna, versate il liquido preparato nei boccali aggiungendo per ognuno della gassosa e coprite con la guarnizione di panna e zucchero.

strudel-bastardi-senza-gloria

Lo strudel di Bastardi senza Gloria

Quando il terribile Colonnello Hans Landa incontra Emmanuelle Mimieux (nata Shoshanna Dreyfus e da lui già incontrata da piccola, quando le ha ucciso la famiglia), il loro scambio avviene durante un pranzo: il colonnello è ignaro di chi si trovi davanti, vuole parlare del cinema che la giovane possiede e la intrattiene offrendole una fetta del miglior strudel della città. Una scena ormai iconica che mi fa venire voglia di strudel ogni volta che lo vedo. Fortuna vuole  che mia madre, nonostante odi cucinare con tutte le sue energie, prepara uno strudel meraviglioso.

Ingredienti per l’impasto

1 Uovo

Sale quanto basta

Due cucchiai di acqua tiepida

Un cucchiaio di olio d’oliva

200 gr di farina

Per il ripieno

600 gr di mele

50 gr di burro

Un cucchiaio di pinoli, uno di uvetta, uno di cannella in polvere

2 cucchiai di Rum

100 gr di burro

Scorza di limone

3 cucchiai di pangrattato

Preparate l’impasto mescolando farina, sale uovo ed acqua  impastando fino ad ottenere una palla liscia, ungetela di olio e copritela con la pellicola, lasciando riposare in frigo per un’ora.

Sciogliete il burro e tostateci  il pangrattato, mettere a bagno l’uvetta nel rhum e nel frattempo sbucciate le mele, tagliatele a fettine e mescolatele con zucchero e pinoli, la scorza di limone e la cannella, aggiungendo infine l’uvetta scolata.

Stendete ora la pasta e spennellatene i bordi con il burro fuso e poi stendete all’interno il pangrattato. Aggiungete il composto di mele ed altri ingredienti e arrotolatelo chiudendo per bene le estremità. (Mia madre prima del pangrattato stende anche un velo di marmellata di albicocche).

Ponete lo strudel sulla teglia rivestita di carta forno, spennellatelo di burro fuso e praticate qualche foretto sulla superficie con la forchetta. Cuocete a 180° per 40 minuti, lasciate freddare e cospargete di zucchero a velo. Servite con panna fresca montata o una crema pasticcera leggera.

yorkshire-pudding

Yorkshire Pudding di Harry Potter

Durante la sua permanenza nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, il piccolo Harry Potter, scoprirà non solo le arti delle magia, ma anche quelle delle buona tavola e di piatti cucinati con amore. In particolare, durante la cena di Natale, gli viene servito tra gli altri piatti lo Yorkshire Pudding (solitamente, mi confermeranno i miei amici inglesi, accompagnato da roast beef). La ricetta che vi propongo è originale inglese, gentilmente fornitami dalla mia zia  adottiva Judith ed è una ricetta tramandata nella sua famiglia, pertanto ve la copio così come me l’ha scritta lei

SANDRA’S REAL YORKSHIRE PUDDINGS

(DOSI  X  12 PICCOLI OPPURE 4 GRANDI)

 

70G FARINA

2 UOVA

100ML LATTE

OLIO EXTRA VERGINE

ACQUA  FRIZZANTE

SALE  E PEPE Q.B.

 

° METTERE LA FARINA IN UNA SCODELLA CON IL SALE ED IL PEPE;

° FARE UN BUCO AL CENTRO E AGGIUNGERE LE UOVA. MISCHIARE.

° AGGIUNGERE IL LATTE PIANO, PIANO E SBATTERE CON LA FRUSTA FINCHE’ NON DIVENTI CREMOSO E SENZA GRUMI;

° METTERE IN FRIGO A RIPOSARE PER 30 MINUTI;            

° TOGLIERE DAL FRIGO E RISBATTERE CON LA FRUSTA PER FARE TANTE BOLLICINE, SE SEMBRA TROPPO DENSO AGGIUNGERE APPENA UNO SCHIZZO D’ACQUA FRIZZANTE  (LA CONSISTENZA GIUSTA DEVE ESSERE SIMILE ALLA PANNA FRESCA PRIMA DI MONTARLA, FORSE APPENA,  APPENA UN PO’ PIU’ DENSA);

° PRENDERE UNA TEGLIA DA 12 PUDDINGS PICCOLE, METTERE MEZZO CUCCHIAIO DI OLIO EXTRA VERGINE IN OGNI SPAZIO E METTERE NEL FORNO, CHE E’ STATO PRE-RISCALDATO A 210° STATICO;

° QUANDO L’OLIO E’ BOLLENTISSIMO  VERSARE IL PREPARATO UNIFORMEMENTE IN OGNI COPPA E CHIUDERE SUBITO IL FORNO;

° LASCIARE CUOCERE PER 20/25 MINUTI SENZA MAI APRIRE LO SPORTELLO DEL FORNO.

° I PUDDINGS DOVREBBERO CRESCERE E DIVENTARE DORATE, LEGGERE E VUOTE DENTRO. IL SEGRETO DI QUESTA RICETTA STA NELLO SBATTIMENTO INIZIALE, NEI TRENTA MINUTI IN FRIGO DEL PREEPARATO, MA SOPRATTUTTO NELL’OLIO BOLLENTISSIMO NELLA TEGLIA ED IL FATTO DI NON APRIRE MAI  IL FORNO MENTRE STANNO CUOCENDO. ENJOY ! 

dillo-con-parole-mie

Torta cioccolato zenzero e cannella di Dillo con parole mie

Dillo con parole mie è un piccolo gioiello della commedia nostrana, uno dei film più belli del regista Daniele Luchetti. La storia della giovane Megghie e della zia Stefania, in vacanza ad Ios la prima per perdere la verginità, la seconda per dimenticare l’ex fidanzato Andrea, è scandita dall’amore di entrambe per questa torta magica, preparata, le due non lo sanno, proprio da Andrea anche lui in vacanza nel loro stesso posto. Vedetelo se ne avete l’opportunità, lo troverete adorabile!

Ingredienti

250 gr. zucchero

100 gr. olio di semi

150 gr. cioccolato fondente

100 gr. farina 00

Un cucchiaio di maizena

2 Uova

1 cucchiaio di cacao

Una bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

2 cucchiaini di zenzero

2 cucchiaini di cannella

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungete alternandoli la farina e l’olio fino ad esaurimento. Aggiungere poi la maizena, zenzero, cannella, sale e il cucchiaio di cacao. Mescolate ed aggiungete piano piano il cioccolato sciolto a bagnomaria ed infine il lievito per dolci. Cuocete 30 minuti a 180°

 

Annunci

2 pensieri su “Le ricette che amo, da film e serie tv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...