Game of Thrones, recensione dell’episodio 7×02 ‘Stormborn’

got7jon

Ci sono volute sette stagioni per avere un episodio di Game of Thrones narrativamente veloce se così si può definire: sarà che la stagione sarà composta da meno episodi, sarà che alla fine della serie mancano quanto, undici episodi, e bisogna effettivamente tirare i remi in barca, ma questo Stormborn è per me all’altezza delle aspettative, forse più della première.

Prima di procedere all’analisi dell’episodio devo ricordarvi che:

got-spoiler

L’episodio si apre a Dragonstone, che in assenza della casa del Bianco e del Nero sembra averne ereditato la fotografia da messa funebre. Difatti l’umore dell’Ignifuga è gioioso quanto quello di una prèfica calabrese il 1 Novembre: punto primo i draghi non hanno ancora arrostito nessuno e giustamente Tyrion le fa notare che non si sono fatti migliaia di chilometri per occupare un regno di cenere, punto secondo Varys secondo lei è un subdolo stronzo che deve giurarle fedeltà altrimenti diventa lo spuntino di metà mattina di Drogon.

Varys utilizza tutta l’arte della persuasione e alla fine se la cava, forse anche perché in fondo Dany sa cosa significa dovere sopravvivere ed anche perché Varys le sbatte in faccia senza peli sulla lingua che si, lui sarà pure stato una banderuola, ma suo padre era veramente una merda.

Questo è l’aspetto che meno mi piace di Daenerys: il fatto che rivendichi ciò che è suo e con quella grinta, la rende un personaggio forte ed amato, ma a volte dimentica le sue origini, dove con sue origini intendo il fatto che suo padre bruciasse vive le persone senza un apparente motivo e che Robert Baratheon ed i suoi alleati gli hanno strappato il trono per sopravvivenza. Dice Varys che Robert non voleva essere Re ed è vero, ed odiava i Targaryen non come minaccia alla sua pretesa al trono, ma come simbolo di tutto ciò che nella vita gli era stato tolto, la serenità e la donna che amava. Se vuole il Trono di Spade anche lei deve dimostrare di meritarlo e non gironzolare per Dragonstone borbottando di essere la unica e vera erede perché la dinastica parla chiaro, il vero erede se proprio vogliamo è Jon (che lo ignora) o se proprio dobbiamo essere precisi è Gendry Baratheon, attualmente per quanto ne sappiamo ancora in mare a remare.

Game of Thrones Season 7 Episode 2

Comunque in tutto ciò l’Ignifuga è una donna fortunata perché Tyrion è lì per rimetterle un po’ di sale in zucca e difatti alla prima riunione del suo Concilio ristretto la Regina appoggia la sua idea: i Greyjoy e i Dorniani andranno ai confini di Approdo del Re per bloccarne il commercio, mentre Gli Immacolati e i Tyrell si prenderanno Castel Granito con una bella bandiera con disegnato Tyrion che fa il gesto dell’ombrello a Tywin. Segue lamentela delle donne più odiose della serie, a partire da Ellaria al quale nessuno ha ancora fatto la domanda: “ma tu che non eri nemmeno sposata con Oberyn, perché sei qui a governare?”

Le battute migliori, che però non condivido sono di Lady Olenna, ancora allegramente vestita da fodera di ombrello, intenta a spronare Dany a lasciar perdere Tyrion e fare un po’ quel che le pare. Sarebbe molto interessante se Tyrion sapesse che è Olenna ad aver ucciso Joffrey ed è per colpa sua che ha rischiato la morte.

Ma non c’è tempo per indugiare perché ben presto a Dragonstone arriva anche Melisandre, vuole convincere Dany ad allearsi con Jon a suon di profezie su principi o principesse promesse. Ok, Dany ha risvegliato i draghi, ma Jon è risorto ed è mezzo Stark, mezzo Targaryen, quindi ghiaccio  e fuoco, ecco insomma se dovessi cercare una sorta di Messia (escluso il Mastino che ha le visioni nel fuoco), saprei dove cercare.

Dany pensa che convocandolo, Jon la riconoscerà come Reginahahahahahah

A Grande Inverno intanto Jon si consulta con Sansa e Davos sui due messaggi ricevuti, uno da Tyrion e uno da Sam che parla del vetro di drago a Dragonstone. Ho amato moltissimo sentire Jon ricordare Tyrion e sentire Tyrion parlare così bene di Jon e non vedo l’ora si incontrino di nuovo. Sansa continua ad avere il solito bastone li dove sapete, ma almeno questa volta si preoccupa dell’incolumità del fratello, almeno fin quando lui per andare da Daenerys non decide di nominarla Regina del Nord, con grande godimento di quello schifoso di Pedobaelish. Insomma, a loro serve il vetro di drago, che uccide gli Estranei insieme all’acciaio di Valyria che sappiamo essere stato realizzato con il fuoco di drago. Quindi come dice Davos sicuramente i draghi hanno lo stesso effetto su questi nemici.

Su Jon Re del Nord il mio commento è una bella frase tratta da Harry Potter e i Doni della morte:Forse i governanti migliori sono quelli che non l’hanno mai desiderato. Quelli che, come te, si vedono affidare la guida e raccolgono lo scettro perché devono, e scoprono con loro sorpresa di impugnarlo bene“.

got7jonbaelish

Ma saltiamo i convenevoli per focalizzarci su una delle scene più importanti dell’episodio: Jon, sempre molto allegro, è nelle cripte a contemplare la statua del padre (ahahah) in una sorta di conversazione telepatica in cui gli chiede chi glielo ha fatto fare, stava tanto bene con Ygritte a rincorrere conigli e ora gli tocca andare a cercare una Regina Ignifuga per dare il via alla trama più fan service della stagione. Ma ecco che arriva PedoBaelish che tanto per favorire una conversazione amichevole, inizia nominandogli quella grandissima stronza di Catelyn, che lo ha odiato per tutta la vita e legato in giardino durante tutte le feste comandate.

 Jon si difende bene, lo guarda comunicandogli tutto lo schifo che pensa di lui, fin quando saggiamente PedoBaelish sente impellente questa esigenza di dirgli che ora che non può bombarsi la matrigna, si farebbe volentieri la sorella ed ecco che Jon dopo la scorsa stagione di torpore, fa quello che tutti noi aspettavamo da sette stagioni: LO APPICCICA AL MURO E STRINGE BENE CON VIOLENZA, CHE JON SICURO TANTE COSE NON LE SA, MA SIR RODRICK LO HA CRESCIUTO BENE E FORTE.

Mmmhhhh” prova a dire PedoBalish ma a BadAssJon frega cazzi, se gli tocca quel palo depresso della sorella lo trasforma in croccantini per Spettro. Il tutto sotto la statua della bonanima di Ned che ha appena iniziato un personalissimo dj set:

Ricapitolando, Jon e Davos partono per Dragonstone, Sansa governa il Nord e a prevenire cazzate con PedoBaelish rimangono Briennona, Podrick e credo Spettro.

got7arya-nymeria

A proposito di metalupi: il percorso e le scene di Arya in questo momento sono le mie preferite, sia per l’interpretazione di Maisie sia per come si sta evolvendo. Arya scopre che Grande Inverno è di nuovo degli Stark e poi incontra Nymeria, la sua metalupa che nel frattempo si è riprodotta (scena tra le più emozionanti devo dire, e spero  credo si rivedranno ancora). Credo che non vedremo la Jon/Arya reunion, ma sarà interessante il confronto tra sorelle ed eventualmente con Bran, quando con calma riuscirà ad arrivare a casa.

Su Missandei e Verme Grigio non ce la faccio ragazzi, farà anche parte di un disegno più grande che mi è oscuro, ma non posso tollerare tutto questo spreco di minutaggio.

Su Jorah, Sam e la cura splatter, ma non ce lo potevano fa vede già guarito? Tanto è il Rieccolo, lo sapevamo che non potevamo sbarazzarcene.

Intanto ad Approdo del Re, va in giro una brutta messa in scena di Biancaneve, con Cersei nei panni della Regina Cattiva interpretata da Charlize Theron, solo con la parrucca di Rita Pavone. Son finite le convocazioni dei nobili dei tempi di Robert, ora son rimasti in quattro e pure piuttosto annoiati, tanto che solo il povero Jaime in un estremo tentativo di non mandare di nuovo a quel paese il suo giuramento come guardia reale, riesce a procurare a Cersei qualche alleato.

Trovo questa parte molto noiosa: Cersei in questo momento non ha nulla da dire (eccetto la prova con la balestra anti-drago), è solo una ridicola macchietta della cattiva che era, i numeri le sono contro, perché anche se riuscisse a dare filo da torcere a Dany in battaglia, lei ha i draghi e presto anche il favore del popolo.

got7 euron

Della scarsezza di Cersei come villain se ne devono essere accorti anche alla HBo ed infatti hanno rimediato dandoci Euron.

Re Polipone è pazzo è spietato, volgare e sanguinario, e pertanto un cattivo perfetto: la battaglia in mare Greyjoy contro Greyjoy (a proposito, ma con lo stesso simbolo come si riconoscevano? pettorine catarifrangenti differenziate?), ci voleva, non possiamo sempre aspettare gli episodi conclusivi per vedere un po’ di azione.

In un colpo solo quindi le flotte di Ferro di Dany vengono spazzate via e con loro il problema delle Serpi delle Sabbie, visto che davvero con loro era evidente non sapevano più che farci: rimangono solo la figlia di Raoul Bova ed Ellaria la moglie di Renzi, un bel regalino per Cersei, visto che le hanno ammazzato la figlia.

Su Theon ragazzi, io non so che dire: capisco la paura di tornare ad essere torturato ed il Reek che è in lui che riemerge, ma non comprendo nell’economia della storia a cosa serve allora come personaggio: non sarebbe stato meglio farlo morire nell’estremo tentativo di salvare Yara?

Comunque, prevedo sfoltimento di personaggi nei prossimi episodi e sarebbe molto bello vedere Jon e Raeghal, il drago chiamato così in onore di suo padre.

Voto 7+

(Ma Bran?)

Al solito, commenti, puntualizzazioni, cose che non vi piacciono: fate pure!

 

Annunci

11 pensieri su “Game of Thrones, recensione dell’episodio 7×02 ‘Stormborn’

  1. Credo che Ramsey Bolton abbia fatto grossi errori. Doveva ammazzà quel palo nell’occhio de Sansa ( per me da ribattezzare “magnatelle n’emozione”) e quel codardo inutile di Greyjoy. Inutili. Li odio.

    Mi piace

  2. Molto divertente questa recensione, ahahah!
    Personalmente mi trovo d’accordo su quasi tutto, eccetto su Euron. È molto diverso dai libri e nella serie sembra più il solito villain pirata mezzo pazzo ed eccentrico. Cioè un cliché vivente al pari della regina cattiva Cersei. E poi fa sempre le stesse battute che non fanno ridere.
    Comunque a me è piaciuto molto più della premiere. Almeno qui hanno sprecato minutaggio solo in una scena o due, nella 7×01 la metà delle scene sono state minutaggio sprecato invece.

    Mi piace

    • Ti ringrazio! Sai che dell’Euron dei libri ho pochi ricordi, mi è sempre piaciuto di più Victarion ed è un peccato lo abbiano eliminato dalla serie! Spero però ci dia soddisfazioni che altrimenti a cattivi stiamo messi male.
      La 7×01 come al solito è servita da recap, fanno sempre così, magari sarebbe più pratico inserire un ‘previously on’ per chiarire le idee a tutti!

      Liked by 1 persona

  3. Sul minutaggio sprecato posso pure essere d’accordo…
    …ma di certo lo spreco non è Missandei come mamma l’ha fatta! ❤
    …anzi…ci farei uno spin-off:
    Missandei alla ricerca del ceppo perduto
    ….prima o poi sono sicuro che lo troverà…ha le doti giuste XD

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...