Festa del papà: più amati e odiati di serie tv e cinema

Mentre il mio padre vero attende come ogni anno che gli venga consegnato il suo regalo della Festa del Papà, ovvero una confezione grande di Pocket Coffee (l’anno in cui ho provato a cambiare genere l’ho traumatizzato e deluso), credo non ci sia giorno migliore per parlare di quanti padri, alcuni perfetti, altri da sciogliere nell’acido, tv e cinema ci hanno regalato.

Procedo ad una agevole lista:

sandy cohen

Sandy Cohen (The O.c.): il padre più tricologicamente dotato della tv, avvocato con una passione per i deboli, ironico e pungente, genitore moderno, ma non per forza migliore amico, e doppiato da un sempre convincente Luca Ward, Sandy è quanto di più bello The O.c. ci abbia regalato, sebbene io abbia sempre trovato più interessante il rapporto filiale tra Kirsten e Ryan. Soprattutto un padre che riesce a trovare parole di conforto anche per quel fagotto di piagnistei di Marissa Cooper.

Mitch Leery (Dawson’s Creek): da teen drama a teen drama, il signor Leery andrebbe incoronato padre del secolo già solo per non aver mai tentato di uccidere quell’altra cozza attaccata allo scoglio del figlio Dawson. Cornificato dalla moglie poi perdonata, sempre entusiasta e propositivo nei confronti del figlio e dei suoi amici, è anche protagonista di uno dei colpi di scena più scioccanti e al tempo stesso educativi delle serie tv, morendo improvvisamente in un incidente d’auto. Da quell’episodio io personalmente penso sempre a lui quando mi cade qualcosa in macchina.

Ned Stark (Game of Thrones): Beh signori, l’emblema del bravo padre nel medioevo, un uomo che tollera per 17 anni quel gatto nero di Catelyn Stark, che ama immensamente ed è sempre presente per tutti i suoi figli, che si fa chiamare fedifrago ed adultero spacciando per suo figlio illegittimo quello che è suo nipote ed infine che si fa decapitare, non prima di aver reso una confessione falsa, per salvare le figlie prigioniere ad Approdo del Re. Io a volte non la supero la sua morte, è un personaggio meraviglioso e meravigliosamente interpretato da Sean Bean.

Mrs Doubtfire/Daniel Hillard: il mammo più famoso del cinema, che fresco di divorzio e un po’ osteggiato dalla moglie, si traveste da baby sitter di mezza età per stare più vicino ai figli, scoprendo che il ruolo gli viene anche bene. Il fatto che ad interpretarlo sia Robin Williams è ovviamente valore aggiunto.

Atticus Finch: sapete bene quanto io ami il personaggio creato da Harper Lee. Padre vedovo e anche progressista per l’epoca in cui vive, Atticus, coraggioso avvocato cresce i suoi figli con amore e sollecitudine, educandoli ad amare il prossimo e non temere quelli che la società retrograda in cui vivono etichetta come diversi.

flash_joe_west

Joe West (The Flash): padre adottivo di Barry Allen/Flash e francamente una delle più belle figure paterne viste in giro ultimamente, adoro tutti gli episodi (quindi sempre) in cui Barry è nei guai e lui lo chiama ‘mio figlio’.

Walter Bishop (Fringe): un poì svanito, eccentrico, innamorato di una mucca, ma che rinsavisce sempre per il suo Peter, Walter Bishop è il motivo che mi fa perdonare J.J. Abrams di aver rovinato nel finale questa serie.

Di contro la tv degli ultimi anni ci ha regalato una serie di padri di melma che più schifosi non si può:

download

Tywin Lannister (Game of Thrones): l’odio per il figlio Tyrion, ma anche la sufficienza con cui tratta Jamie, sono ripagati solo dal sapere che è morto facendo la cacca come uno stronzo. Gli unici momenti in cui lo amiamo sono quelli in cui umilia Joffrey.

Stannis Baratheon (Game of Thrones): brucia la figlia su una pira in nome di una divinità per vincere una guerra. Basta, no?

Bart Bass (Gossip Girl): praticamente se Tywin Lannister vivesse nell’upper east side. Lo abbiamo odiato tutti ed esultato quando è finalmente passato a miglior vita (per davvero).

Malcom Merlyn (Arrow): se Flash può vantare Joe West, Arrow purtroppo ha questo padre qui, che addestra la figlia ritrovata a diventare un’assassina, ipnotizzandola per giunta.

Thachter Grey (Grey’s anatomy): abbandona la figlia Meredith rea di essere la figlia della donna che lo ha tradito. Forma una nuova famiglia e quando la seconda moglie muore improvvisamente, non trova di meglio che accusare la figlia abbandonata diventata medico. Infine si fa pure donare dalla stessa un pezzo di fegato per un trapianto.

Non saprei dire chi vinca il podio di peggiore/migliore padre, sicuramente sono personaggi  che nel bene o nel male lasciano un segno. Ho escluso dalla lista Leland Palmer perché non in grado di intendere e di volere!

 

Annunci

4 pensieri su “Festa del papà: più amati e odiati di serie tv e cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...