Novecento nel Duemila: Repubblica e L’Espresso portano in edicola i romanzi del 900 divenuti famosi nel duemila

 

 

novecento duemila

Non ho più spazio per i libri dentro casa.

Li ho contati, divisi per casa editrice o collane, ma non ho più spazio, così una volta arrivata al momento di traslocare dovrò decidere quale dei miei ‘figli’ portare con me in una nuova avventura e quali lasciare a casa di mia madre.

Una soluzione drammatica solo apparentemente che però mi permetterà di acquistarne di nuovi con la scusa della libreria nuova da riempire.

Continua a leggere…

Annunci

Mr President – da George Washington a Donald Trump, ovvero aneddoti dalla stanza dei bottoni

20170524_112900

Pur essendo grande appassionata Dio sa perché di storia monarchica britannica (ho un righello di legno comprato al Royal Pavilion di Brighton dove sono riportati nomi e date di nascite di Re e Regine, che utilizzo come portafortuna), confesso di non essere altrettanto ferrata in tema di presidenti americani, almeno non di particolareggiate storie riguardanti la loro vita privata.

Continua a leggere…

La mia wishlist di Natale

hogwarts-great-hall-christmas

Il 1 Novembre inizia per me ufficialmente il countdown con il periodo più bello dell’anno, il Natale: sì, sono una di quelle che attende l’arrivo del catalogo Ikea, che si emoziona guardando i personaggi del Presepe nei negozi di casalinghi e -sì, faccio outing – prepara il tradizionale albero qualche giorno prima dell’8 Dicembre.

Aprendo il mio profilo Amazon qualche giorno fa, mi sono resa conto di avere una marea di cose – tra libri, Dvd, oggetti – nella mia wishlist, più di quante ne abbia mai avute nel carrello.

Dovete sapere che ho scoperto purtroppo la verità su Babbo Natale attorno ai sei anni, sentendo dei bambini più grandi di me che ne parlavano; ho una famiglia abbastanza pratica e realistica e pertanto al mio “Babbo Natale non esiste, vero?”, mi sarei aspettata un caloroso “No, ma che dici”, invece di una secchiata di tristezza seguita al “Sì, purtroppo è vero” detto col tono solenne di mia zia.

Questo però non mi ha fermata dal compilare puntigliose letterine con richieste di regali: praticamente me la sono cantata e suonata da sola per anni facendo anche un bilancio attento della mia vita scolastica e chiedendo di conseguenza doni premio. La vera peculiarità della mia lista era il fatto che fosse corredata di ‘stelline di preferenza’, per un massimo di 5 totali. Quindi solitamente accadeva che i regali da 5 stelline appartenevano a mio padre e a mia madre ed i restanti venivano spartiti tra gli altri parenti.

Con l’età adulta, un po’ perché me ne vergognavo, un po’ perché mi piacciono le sorprese, questa tradizione è andata scemando, ma non ho intenzione di rinunciarvi questa volta: lo fanno tutti nei loro blog, e per quanto questo sia un blog tematico, e molti dei miei desideri non hanno a che fare con il cinema, non vedo il problema di creare la mia wishlist di Natale, con tanto di immarcescibili stelline di preferenza, in ordine dal meno richiesto a quello che sogno di notte:

10) Infinite Jest di David Foster Wallace **

Non fraintendetemi , i libri sono vita, ma ho così tanto da studiare e da leggere in arretrato, che al momento mi sento di attribuire questa urgenza ad un libro che vorrei leggere da anni;

41cjuda0igl-_sy450_

9)Alpha Edition Ladytimer **

Una adorabile agenda con dei fenicotteri disegnati, tutta rosa per una bambina di 8 anni come me. Da mesi nella wishlist di Amazon, non è ancora disponibile;

harry-potter-collezioni-2016-maxw-654

8) il nuovo cofanetto BluRay edizione Steelbook di tutti i film di Harry Potter ***

Sento di dovergli appioppare solo 3 stelline, nonostante il mio profondo amore per la saga, in quanto un anima pia mi ha già regalato tutti i dvd diversi anni fa. Io però sono ingorda pertanto questa nuova edizione prima o poi dovrà finire nella mia libreria;

m11942194_p2052012_princ_medium

7) La tangle teezer ***

La  famosa spazzola tascabile di Sephora. Io ovviamente avendo i capelli ricci non mi pettino, ma ho bisogno di una buona spazzola per districare i capelli sotto la doccia con il balsamo, onde evitare la formazione di fastidiosissimi nodi e quindi il desiderio di passarmi in testa direttamente la macchinetta per la barba del mio fidanzato;

6) Delle belle lenzuola e copripiumino di Zara Home ***

Devo forse spiegarvi perché? Sono bellissime!

290696cz_rgb

5) orecchini piccoli tipo  Pandora o Swarosky ****

Dopo anni di orecchini di H&M di plastica comprati a pacchi, e che puntualmente perdono la colorazione macchiandomi le orecchie come se fossi un personaggio di Les Miserables, sento di essere pronta per un paio di orecchini da grande. Piccoli, discreti e adatti per tutti i giorni; Questi nella foto sono Pandora.

chloe_love_300

4) Il profumo  Love di Chloe ****

Costa tanto tanto, ma è dopo il mio amato Pure Poison, il profumo più buono che abbia mai sentito;

451811_j1323_1260_001_100_0000_light-occhiali-da-sole-ovali

3) Occhiali da sole Gucci ovali  *****

Non scrivo quanto costano perché è poco elegante, ma il prezzo mi fa immaginare che non li riceverò mai. sono un po’ monotematica se si parla di occhiali da sole, ma come accessorio io li paragono ad un paio di jeans, una volta trovato più o meno un modello che ti sta bene, cerchi sempre lo stesso. Io vorrei un paio di occhiali da sole neri;

download

2) Borsa Timberland, meglio definita LA BORSA *****

Desidero ardentemente questa borsa da sei anni o giù di lì, mai acquistata perché sempre povera sul momento. Penso che potremmo passare dei bellissimi anni insieme soprattutto perché è così classica che potrei abbinarla su tutto.

1) UN LAVORO FULL TIME, PER IL MIO RAGAZZO ***** (e un altro part time per me, se fosse nel settore in cui ho sempre lavorato non guasterebbe, ma non ci lamentiamo)

Non per cadere nel melenso, ma questa è una condizione necessaria affinché io possa stilare la nuova wish list in una futura casa nuova, dove Otto il mio gatto potrà imparare a convivere con un altro micetto che si chiamerà Inigo Montoya.

Game of Thrones, le curiosità sulla serie tv!

got banner

Dietro una serie tv imponente come Game of Thrones ci sono mesi, a volte anni di lavoro, ricerca del cast, delle location, di una sceneggiatura giusta. La serie HBO ha pertanto una storia complessa e da questa derivano altrettante interessanti curiosità.
E’ da quando seguo la serie che mi capita di leggerne alcune sui giornali, di vederne negli speciali tv, alcune le ho sentite con le mie orecchie alla presentazione dei Dvd. Oggi le ho raggruppate per voi.
Saltiamo subito quelle che conoscerete tutte a memoria ovvero che Sansa in realtà è bionda, e che invece Cersei e Daenerys sono more e indossano la parrucca e che Theon è il fratello di Lily Allen.

Continua a leggere…

Tutte le chiavi di ricerca che portano al blog

Sapete che dietro al blog ci sono tante statistiche, numero di visitatori, numero delle volte che un articolo viene letto, addirittura la nazione da cui il tuo blog viene visitato. La mia preferita è quella delle parole chiave, ovvero le ricerche sui motori di ricerca che i ‘lettori’ fanno e che a volte li portano proprio qui.

Inizialmente era un caso isolato trovarne qualcuna divertente, molto spesso mi vengono indicate come ‘termini di ricerca sconosciuti‘. Ultimamente però ne ho trovate parecchie esilaranti e mi sembra il caso di dividerle con voi.

Continua a leggere…