Maria By Callas, il ritratto della cantante lirica più amata, al cinema il 16, 17 e 18 Aprile

012

Una cosa che mi piace quando vado al cinema è imparare qualcosa che non sapevo.

Ad esempio io non sono una grande cultrice di opera lirica e dei suoi protagonisti, quindi vedere Maria By Callas è stato per me importante anche dal punto di vista dell’apprendimento.

Continua a leggere…

Annunci

Maria by Callas, il 16, 17 e 18 Aprile al Cinema

MariaByCallas_Web.jpg

L’opera lirica è una forma d’arte che osservo sempre con rispettosa meraviglia: non ne capisco molto, mi piace ascoltarla, ma a volte la trovo forse troppo difficile per me.

Non è il caso di mia madre, che ne è una grande ammiratrice e fruitrice da che ho memoria, ed è anche una specie di nerd per le biografie dei più grandi cantanti.

Continua a leggere…

Il libro è meglio del film? Il Buio oltre la siepe

atticus finch

Quante volte nella vita parlando di un film tratto da un romanzo vi siete sorpresi a dire: “Sì, ma il libro forse era meglio“?

A me molto spesso. A volte mi sono risposta di sì, altre di no, altre che film e libro si equivalevano.

Non è assolutamente facile trasporre sullo schermo o in tv un romanzo, è un po’ come scrivere il finale di una storia, c’è chi aveva alte aspettative, chi immaginava altro, chi aveva in mente un volto ben preciso per interpretare i personaggi. La fantasia in questi casi supera di gran lunga la realtà, quindi è facile cadere vittima dell’insoddisfazione e l’amore per un determinato racconto spesso ci coinvolge al punto di farci peccare della sindrome del saputello (ah io moltissimo), che ci porta a ritenerci più competenti di chi davvero studia a fondo un libro e ne sceglie e sceneggia punti salienti per ricavarne un bello spettacolo.

Continua a leggere…

ESCOBAR – Il fascino del male, il 19 Aprile in sala per Notorius Pictures

_MG_2324.CR2

Sulla vita di Pablo Escobar non si finisce mai di imparare, soprattutto da quando il suo personaggio che ha assunto sfumature quasi leggendarie, è recentemente diventato un fenomeno pop.

Confesso di aver visto una sola manciata di episodi della serie Netflix Narcos, complice la totale confusione in cui mi ha mandato il trucco, impedendomi di distinguere un personaggio dall’altro, eccezion fatta per Pedro Pascal, ma più perché è stato l’Oberyn Martell di Game of Thrones.Continua a leggere…