I libri per le ferie

olive-kitteridge-light

Siamo a fine Luglio e non so ancora quando andrò in ferie. Ma non lo dico in tono polemico: questa estate sarà per me come un film di Verdone, vacanze in provincia, mare con la sabbia nera, schiscetta e termos di caffè, risparmio supremo in vista di un autunno dispendioso.

Lo scorso anno in questo periodo ho preso la decisione di tornare a studiare: non perché pensi che una formazione accademica possa giovare alla mia ‘carriera’ lavorativa attuale, quanto per la necessità di non appiattirmi intellettualmente, schiacciata tra la vita adulta ed un lavoro non particolarmente stimolante da quel punto di vista (che è pur sempre un lavoro e ne sono grata, ecc. ecc.).

Continua a leggere…

Annunci

Game of Thrones, recensione dell’episodio 7×02 ‘Stormborn’

got7jon

Ci sono volute sette stagioni per avere un episodio di Game of Thrones narrativamente veloce se così si può definire: sarà che la stagione sarà composta da meno episodi, sarà che alla fine della serie mancano quanto, undici episodi, e bisogna effettivamente tirare i remi in barca, ma questo Stormborn è per me all’altezza delle aspettative, forse più della première.

Continua a leggere…

Game of Thrones, recensione dell’episodio 7×01 ‘Dragonstone’

got7 dragonstone

Ero emozionata all’idea di tornare a recensire gli episodi della mia serie tv preferita, quasi come Joffrey con balestra davanti a delle donne da usare come bersaglio mobile.

Ho grandi aspettative nei confronti di questa nuova, più breve (in termini di episodi, non di minutaggio anzi) stagione, la penultima con sommo dispiacere di tutti quelli che come me ne sono direi quasi ossessionati (io per dire, sto scrivendo questa recensione seduta sotto a un quadro con la mappa di Westeros).

Ho fatto un rewatch selvaggio dalla stagione due – la prima la so così a memoria che potrei interpretarla diversificando anche le voci dei personaggi – insomma, per usare un termine giovane, sto carica a pallettoni.

Continua a leggere…

I film giusti per le vacanze estive

L’estate per me è un po’ croce e delizia: c’è da un lato la gioia incontrastata dell’arrivo delle ferie, che anche se questo 2017 saranno molto modeste in vista di importanti cambiamenti casalinghi, sempre un momento di riposo sfrenato sono.

Dall’altra c’è la consapevolezza che no, non sono diventata Gisele manco quest’anno e come sempre non ho ancora risolto l’annoso problema dei costumi: qui ne parla molto bene Freeda.

Continua a leggere…

Elegance, la mia personale copertina di Linus

elegance

Ci sono i libri che leggi d’un fiato, che ti colpiscono in faccia come la sabbia quando al mare c’è troppo vento, che hai amato e consigli a tutti.

E poi ci sono i libri che sono come la coperta di Linus: hai con loro un rapporto che è difficile spiegare, viscerale, di grande attaccamento al punto che ogni tanto senti il bisogno di andartene a rileggere qualche pagina, oppure finisci per rileggerlo da capo annuendo da sola a te stessa mentre ti tornano in mente sprazzi della tua vita del periodo in cui lo hai per la prima volta sfogliato.

Continua a leggere…

Eppure cadiamo felici – la recensione del romanzo di Enrico Galiano

Sarà anche un esordiente dell’editoria Enrico Galiano, di sicuro non è un novellino per quel che riguarda la bella scrittura.

Galiano è innanzitutto un professore, di quelli – pochi basandomi su mia personale esperienza – che ancora amano il loro mestiere e lo vedono come la possibilità di migliorare attraverso l’insegnamento la vita di tanti ragazzi. Ho avuto modo di leggere tanti dei suoi articoli sul web e post sulla sua pagina Facebook: ironia, amore per i giovani, curiosità, voglia di comunicare è tutto quello che mi ha trasmesso.

Insomma, immagino gli sanguineranno le orecchie a furia di sentirselo dire, ma il paragone più immediato è quello con il mitologico Professor Keating di L’attimo fuggente.

Continua a leggere…

Mr President – da George Washington a Donald Trump, ovvero aneddoti dalla stanza dei bottoni

20170524_112900

Pur essendo grande appassionata Dio sa perché di storia monarchica britannica (ho un righello di legno comprato al Royal Pavilion di Brighton dove sono riportati nomi e date di nascite di Re e Regine, che utilizzo come portafortuna), confesso di non essere altrettanto ferrata in tema di presidenti americani, almeno non di particolareggiate storie riguardanti la loro vita privata.

Continua a leggere…