Oscar 2014: tutti i vincitori

Un’edizione molto telefonata: se non fosse stato per la conduzione sopra le righe di Ellen De Generes, che ha addirittura portato la pizza sul palco, non avremmo avuto alcuna sorpresa.

Come previsto, Matthew McConaughey ha soffiato il tanto ambito premio a Leonardo Di Caprio, meritatamente c’è da dirlo.

Scontata anche la vittoria di 12 anni schiavo perché come ha detto Ellen, altrimenti l’Academy sarebbe stata davvero molto razzista.

La mia delusione è per La grande bellezza – non per il premio, del quale da italiana vado fierissima – ma abbiamo aspettato quel momento tanto tempo, 15 anni per l’esattezza e non lo immaginavo così. Il minuto scarso che Paolo Sorrentino si è ricavato per ritirare il premio come Miglior Film Straniero ha freddato me e la platea, che di certo ricordava l’exploit pieno di gioia di Roberto Benigni.

Comunque non è mia intenzione fare la guastafeste stile giornalista di Rai News e quindi mi auguro che un premio così importante rappresenti anche la rinascita del nostro cinema: la settima arte è anche nata in casa nostra – è bene ricordarlo – quindi auguri Sorrentino, Servillo e naturalmente applausi alle maestranze della produzione e promozione.

Qui tutti i vincitori:

Miglior attore non protagonista

Jared Leto – Dallas Buyers Club

Migliori Costumi:

Catherine Martin – Il grande gatsby

Miglior trucco e parrucco

Adruita Lee e Robin Mathews – Dallas Buyers Club

Menzione speciale per Harrison Ford più in forma adesso di quando faceva Han Solo. Sale sul palco per parlare dei candidati a Miglior Film, American Hustle, The wolf of wall street.

Miglior cortometraggio d’animazione

Mr Hublot

Miglior film d’animazione

Frozen

Migliori effetti speciali

Gravity

Miglior cortometraggio

Helium

Miglior corto documentario

The lady in number 6

Miglior documentario

20 feet from stardom

Oscar alla carriera ad Angela Lansbury aka La signora in giallo!

Miglior film straniero

La grande bellezza

15 anni dopo La vita è bella, l’Italia porta a casa il premio per la migliore pellicola straniera!!!

Miglior sonoro

Gravity

Miglior montaggio sonoro

Gravity

Miglior attrice non protagonista

Lupita Nyong’o – 12 anni schiavo

Miglior fotografia

Emmanuel Lubezcki – Gravity

Un breve intermezzo comico

image

Miglior montaggio

Gravity

Miglior scenografia

Il grande Gatsby

Miglior colonna sonora

Gravity

Miglior canzone

Let it go – Frozen

Miglior sceneggiatura non originale

12 anni schiavo

Miglior sceneggiatura originale

Her

Miglior regia

Her

Migliore attrice protagonista

Cate Blanchett

Miglior attore protagonista 

Matthew McConaughey

Miglior film

12 anni schiavo

Week end al cinema: le offerte in sala in versione express

Questo post non avrebbe dovuto essere pubblicato, causa mancanza di tempo. Potrei intortarvi con qualche spiegazione radical chic sui miei impegni intellettuali, ma la semplice verità è che, è Natale, e ho avuto giorni molto frenetici nel mio ruolo di renna natalizia sballottata da un Centro commerciale all’altro.

Mi sono detta però che questo blog ha bisogno di una continuità, quindi sì, ecco i film del week end in sala da oggi, in versione pillola.

Colpi di fortuna: Neri Parenti confeziona un nuovo cinepanettone, ma per farci credere che non sia così gli cambia furbescamente nome. Ci garantiscono meno volgarità e oltre al solito De Sica troviamo ancora Lillo e Greg, Luca e Paolo e quel simpaticone di Francesco Mandelli. Che il signore ce ne scampi.

Frozen – Il regno del ghiaccio: Ha suscitato interesse planetario quando era ancora in pre produzione questo nuovo cartoon di casa Disney. Protagonista la coraggiosa Anna, che si imbarca in un avventuroso viaggio per trovare la Regina delle Nevi e convincerla a rompere l’incantesimo che condanna il suo mondo ad un perenne inverno. La Regina però è anche sua sorella….

I sogni segreti di Walter Mitty: Lo attendo da tantissimo tempo, anche perché il regista è protagonista è Ben Stiller, secondo me un vero artista e uno dei miei favoriti dai tempi del mitico Zoolander. La storia di un sognatore che durante la vita quotidiana si immagina in situazioni avventurose e alle prese con la donna che ama segretamente. Non sa che il suo bisogno di avventura sta per diventare realtà…

Indovina chi viene a Natale?: Commedia corale diretta da Fausto Brizzi, il cui trailer ha scatenato in me le stesse perplessità (chiamiamole così) di un cinepanettone….

Philomena: Una donna irlandese si mette alla ricerca del figlio abbandonato anni prima. Una maestosa Judi Dench al servizio del bravissimo Stephen Frears.

Spaghetti story: La storia di un gruppo di giovani che pur sapendo cosa vuole dalla vita, rimane incastrato nella propria monotona quotidianità. Questo almeno finché nelle loro vite non approda la prostituta Mei Mei…

Ovviamente con profonda tristezza temo già di sapere chi sarà il primo al botteghino lunedì e anche dopo le feste. Pur non avendo ancora avuto modo di vederlo, spero che ecco…Lo Hobbit lo asfalti.

Buon Natale e buon cinema!