Oscar 2016: i momenti più belli

Ne sentiremo parlare per giorni e giorni. Gli Oscar solitamente con la loro cassa di risonanza si portano dietro per giorni, ma che dico settimane, di discettazioni su premiati, svolgimento della premiazione, look dei partecipanti.

Per me, ve lo dico tagliando la testa al toro, è stata una cerimonia lentissima, senza emozioni, un vero mortorio. Giusto, giustissimo parlare della polemica #oscarsowhite lanciata da Jada Pinkett Smith, ma costruirci attorno un’intera serata l’ho trovato pesante e francamente ad un certo punto il focus non era più quello.

Continua a leggere…

Revenant, recensione senza spoiler: DiCaprio meraviglioso, ma…

the-revenant

Stavo pensando che in questo periodo ogni anno molto probabilmente a DiCaprio fischiano le orecchie in maniera continua. Quando esce un suo film ormai non si parla più solo della pellicola in se, ma ‘glielo danno o non glielo danno l’Oscar?‘. Una questione spinosa diventata un vero tormentone e dire che ci sono attori già premiati in passato che vengono candidati ormai di default e non sempre vincono (citofonare Meryl Streep), attori bravissimi che non sono mai stati candidati (citofonare Jim Carrey) e attori che non proprio meritavano la statuetta ( scusa Gwyneth Paltrow, io ti adoro, ma Shakespeare in love non è il tuo miglior film). Insomma, ci piace perculare proprio Leo, forse per la sua aria perfettina?

Continua a leggere…