Un mese di libri: cosa ho letto a Gennaio!

Vi capita mai di incontrare sui mezzi pubblici, in fila alla posta, dal dottore, persone intente ad ingannare l’attesa con un libro in mano e di avere l’improvvisa curiosità di sapere cosa stanno leggendo? A me sì, spessissimo, una volta addirittura volevo disturbare una signora intenta ad iniziare il primo volume della saga de Il trono di spade, dicendole: “Non lo faccia si fidi di me, George Martin non li finirà mai! Soffrirà inutilmente!”.

Complici i miei ritmi quotidiani, il fatto che vado a lavorare prendendo il treno tutti i giorni e anche evidentemente dei testi azzeccati per me, leggo molto. Chi mi conosce lo sa e forse anche chi passa di qui ogni tanto e infatti Babbo Natale mi ha portato una bellissima tessera con cui acquistare libri nuovi, una gioia per me che ho una lista di cose da leggere – alcune già in mio possesso, altre no – tra le note del cellulare e che non riesco mai a smaltire perché mi appunto continuamente titoli che vorrei leggere, che mi hanno consigliato, regalato, o di cui ho letto qualche bella recensione. E si, a volte quando piove o fa tanto freddo, fantastico su quanto sarebbe bello chiamare in ufficio per dire ‘Ciao, oggi rimango a casa a leggere e mangiare Canestrelli’.

Continua a leggere…

Libri che dovreste leggere ‘Autobiografia Burlesca’ di Mark Twain

940921_917052821746366_483884076618856826_n

Succede poi che spesso gli hobby, le passioni che coltivi, ti portano ad incontrare persone nuove, che ti fanno scoprire cose nuove.

Così la mia passione per i libri e gli amici in comune mi hanno portato da Casa Sirio, una giovane casa editrice messa su da giovani appassionati di letteratura e di pop culture come me.

E grazie a loro ho fatto una nuova scoperta. Dovete sapere che in tutti questi anni ho cercato di essere una lettrice quasi onnivora, spaziando tra i generi. Da più piccola (finché non varcherò i 30 mi rifiuto di dire ‘da giovane’), complice alcuni professori liceali inadempienti ed i racconti di amici che frequentavano il liceo classico, mi ero fissata di volere recuperare quanti più classici possibili: Dostoevskij, Tolstoj, Dickens, Proust e via discorrendo. Confesso di non essere mai riuscita a finire l’Ulisse di Joyce, ma ragazzi, me lo hanno venduto con una guida alla lettura spessa quanto il romanzo originale, dovrà pur dire qualcosa no?

Continua a leggere…