Steve Jobs, recensione del film con Michael Fassbender

Steve Jobs - film

Come ogni anno, sto pian piano vedendo tutti i film che in un modo o in un altro saranno protagonisti della cerimonia degli Oscar. Ho già avuto modo di vedere Revenant, e di recuperare The Martian ed Il ponte delle spie.

Steve Jobs di Danny Boyle non rientra con mio disappunto nei candidati a Miglior Film, ma i suoi protagonisti, Michael Fassbender e Kate Winslet concorrono rispettivamente come Miglior Attore protagonista e Miglior Attrice non protagonista.

Ammetto di aver fatto diversi paragoni mentali con Jobs, pellicola dedicata al fondatore di Apple con protagonista Ashton Kutcher, ma non è questo il luogo adatto per parlarne.

Continua a leggere…

Oscar 2014, il punto sulle candidature

Iniziamo questo post pubblicando per dovere di cronaca anche il video degli annunci. Vale la pena guardarlo per la presenza di Ormone Hemsworth e per fare la conoscenza di Cheryl Boone Isaacs, la presidente dell’Academy. Una che annuncia i candidati con la stessa passione con cui io detto al tecnico i numeri del contatore del gas.

Ma veniamo alle nominations che da quello che vedo hanno già iniziato a far discutere moltissimo sui vari social network. Diamo un pò di numeri così non ci pensiamo più: a condurre la corsa sono American Hustle con 10 candidature (non l’ho ancora visto quindi mi riservo da qualsiasi parere) e Gravity sempre con 10 nominations (visto ed effettivamente tutto questo interesse mi pare eccessivo), seguiti dalle 9 candidature di 12 anni schiavo.

La categoria che mi interessava molto era quella del Migliore attore e che in questa edizione mi ha dato grandi soddisfazioni: Christian Bale è un attore meticoloso che va candidato di default come Meryl Streep. E poi finalmente, lui, Leonardo Di Caprio che torna a lavorare con Scorsese e che pare abbia fornito una performance ineccepibile in The Wolf of wall street. Chissà come l’ha presa Nicolas Vaporidis che giusto un paio di mesi fa paragonava le loro carriere. Io mi limito ad un semplice commento:

Per noi italiani torna il grande sogno, anni ed anni dopo la vittoria di Benigni con La vita è bella: Sorrentino continua la sua corsa dopo il Golden Globe e La grande bellezza rientra nella cinquina per il Miglior Film Straniero. Contenta per Toni Servillo (Rai news 24 compreso). A Sorrentino, simpatico come Sean Penn dopo un incontro con Terrence Malick, oltre che un corso accelerato di spigliatezza, consigliamo la visione ripetuta di QUESTO video. Così eh, non si può mai sapere nella vita.

In generale comunque come per I Golden Globes, le nominations mi sembrano abbastanza omogenee e democratiche, salvo qualche piccola esclusione: su tutte quella di Tom Hanks, cassato sia con Saving Mr Banks che con Captain Phillips. Michael Fassbender potrebbe farcela nella categoria dei non protagonisti, così come tanto si parla di Jennifer Lawrence. In questo caso però il mio cuore, pur avendo visto ad oggi solo il trailer del film che la vede protagonista, I segreti di Osage County, batte per Julia Roberts. A prescindere.

Sarà invece una sfida all’ultimo sangue quella della Migliore Attrice protagonista: Cate Blanchett e Judi Dench, seguite da Amy Adams e Meryl Streep e..ah sì Sandra Bullock #ancoratumanondovevamovedercipiù.

Meryl Streep: bravissima anche quando recita il catalogo delle offerte dell’Eurospin però basta, o le date un Oscar alla carriera, ma candidarla ogni anno perché ’ senno poi pare brutto’, sta diventando una barzelletta. Pensate a quanto potrà rodere a lei, ogni anno pronta lì col vestito buono di Valentino, lì a sorridere mentre la tipa di turno le soffia l’ennesima statuetta. Quest’anno poi c’è la Bullock, fossi in lei non ci penserei due volte, investirei in retromarcia il cane della Boone Isaacs e me andrei ad un party a braccetto con Tarantino e Clint Eastwood.

Nella categoria Miglior regia forse potremmo avere qualche sorpresa: chissà che alla fine a spuntarla non sia Steve McQueen con il suo 12 anni schiavo.

Infine il Miglior film: nove e non dieci i candidati, dei quali io purtroppo ho avuto modo di vedere solo Gravity. Rimedierò nelle prossime settimane e torneremo a parlarne, per adesso, senza obiettività alcuna, tifiamo The Wolf of wall street.

Voi che ne pensate?

Week end al cinema, The Counselor arriva in Italia

image

Buongiorno e benvenuti ad un nuovo appuntamento con i film del week end. Personalmente devo recuperare ancora molte pellicole, come Philomena, Blue Jasmine e American Hustle, mentre ho avuto modo di vedere I sogni segreti di Walter Mitty, che vi consiglio.

Vediamo cosa ci aspetta in sala a partire da domani:

Angry Games – La ragazza con l’uccello di fuoco: Noi abbiamo il cinepanettone, gli americani invece si divertono a mettere ogni anno alla berlina i film più gettonati in una parodia trash. Questa volta la pellicola portabandiera è Hunger Games, ma non mancheranno I Vendicatori, I Mercenari, Lo Hobbit. I miei vivissimi complimenti alla Lucky Red per il raffinato sottotitolo, fanno quasi sembrare i Vanzina esponenti del neorealismo.

Anita B.: ritorno in sala di Roberto Faenza. Anita, adolescente di origini ungheresi sopravvissuta ad Auschwitz,  viene accolta dall’unica parente rimasta viva. Nessuno però vuole ricordare il passato, tranne forse il giovane David…Lo dico, non mi ispira, è un problema che però ho con tutta la produzione di Faenza, per dovere di cronaca vi informo che la critica italiana lo ha accolto con favore.

C’era una volta a New York: vi avevo già parlato di questa pellicola diretta dal bravo James Gray.Una giovane immigrata polacca è costretta ad elargire favori sessuali in cambio delle medicine e del cibo per la sorella malata. Marchiata come donna dalla dubbia morale, finirà per l’accompagnarsi ad un prestigiatore e seduttore da strapazzo, che la convincerà ad esibirsi con lui a New York. Incantevole Marion Cotillard.

The Counselor – il procuratore: Un rampante avvocato finisce invischiato nel mondo della malavita e della droga per presunzione. Ridley Scott adatta Cormac McCarthy e questo rende già di per se la pellicola interessante. Michael Fassbender è un valore aggiunto, ma rimango scettica dall’accoppiata Cruz/Bardem che ultimamente non convince. Da vedere.

The unknown know:  DocumentarioIl documentarista Errol Morris intervista l’ex segretario della difesa statunitense Donald Rumsfeld e ripercorre la sua storia politica.

Nebraska: Alexander Payne ci racconta la storia di un uomo un po troppo amante dell’alcol, in viaggio per ritirare il premio di un concorso assieme al figlio.

Lo sguardo di Satana  – Carrie. Chloe Moretz nel remake del celebre film tratto dal romanzo di Stephen King. Brian De Palma, sperò che tu li faccia fuori tutti.

Sag Awards – tutte le nomination!

image

Fresche fresche di giornata sono uscite anche le attese nomination per gli Screen Actors Guild Awards, i premi consegnati dal sindacato attori dal lontano 1995.

Benché da sempre i Golden Globes vengono considerati l’anticamera ai premi Oscar, in molti ritengono siano in realtà i Sag a fungere da barometro delle tendenze cinematografiche, e devo dire che negli ultimi tre anni è stato effettivamente così.

A spiccare sono i film più attesi da noi, 12 years a slave, The butler, Dallas buyer club, mentre sembra proprio che Tom Hanks, con Captain Philips abbia trovato il giusto modo di rilanciare la sua carriera.

Vediamo:

Cast d’insieme

12 Years a Slave
American Hustle
August: Osage County
Dallas Buyers Club
The Butler

Attore protagonista
Bruce Dern, Nebraska
Chiwetel Ejiofor, 12 Years a Slave
Tom Hanks, Captain Phillips
Matthew McConaughey, Dallas Buyers Club
Forest Whitaker, The Butler

Attrice protagonista
Cate Blanchett, Blue Jasmine
Sandra Bullock, Gravity
Judi Dench, Philomena
Meryl Streep, August: Osage County
Emma Thompson, Saving Mr. Banks

Attore non protagonista
Barkhad Abdi, Captain Phillips
Daniel Bruhl, Rush
Michael Fassbender, 12 Years a Slave
Janes Gandolfini, Enough Said
Jared Leto, Dallas Buyers Club

Attrice non protagonista
Jennifer Lawrence, American Hustle
Lupita Nyong’o, 12 Years a Slave
Julia Roberts, August: Osage County
June Squibb, Nebraska
Oprah Winfrey, The Butler

Naturalmente abbiamo anche le nomination per il mondo televisivo, dove notiamo subito molti volti hollywoodiani prestati al piccolo schermo. Qui sappiatelo, si tifa per Claire Danes e la sua strepitosa Carrie Mathison, e sopratutto per il magnifico Peter Dinklage, il mio adorato Tyrion Lannister, l’unico che vorrei vedere sedere sul Trono di Spade!

I premi verranno consegnati con una pomposa cerimonia il 18 Gennaio!

Cast d’insieme – Drama
Boardwalk Empire
Breaking Bad
Downton Abbey
Game of Thrones
Homeland

Cast d’insieme – Comedy
30 Rock
Arrested Development
The Big Bang Theory
Modern Family
Veep

Attore — TV Movie or Miniseries
Matt Damon, Behind the Candelabra
Michael Douglas, Behind the Candelabra
Jeremy Irons, The Hollow Crown
Rob Lowe, Killing Kennedy
Al Pacino, Phil Spector

Attrice – TV movie or Miniseries
Angela Basset, Betty & Coretta
Helena Bonham Carter, Burton and Taylor
Holly Hunter, Top of the Lake
Helen Mirren, Phil Spector
Elisabeth Moss, Top of the Lake

Attore – Drama Series
Steve Buscemi, Boardwalk Empire
Bryan Cranston, Breaking Bad
Jeff Daniels, The Newswroom
Peter Dinklage, Game of Thrones
Kevin Spacey, House of Cards

Claire Danes, Homeland
Anna Gunn, Breaking Bad
Jessica Lange, American Horror Story: Coven
Maggie Smith, Downton Abbey
Kerry Washington, Scandal

Attore – Comedy Series
Alec Baldwin, 30 Rock
Jason Bateman, Arrested Development
Ty Burrell, Modern Family
Don Cheadle, House of Lies
Jim Parsons, The Big Bang Theory

Attrice – Comedy Series
Mayim Bialik, The Big Bang Theory
Julie Bowen, Modern Family
Edie Falco, Nurse Jackie
Tina Fey, 30 Rock
Julia Louis-Dreyfus, Veep

Scene d’azione

Cast d’insieme tv :
Boardwalk Empire
Breaking Bad
Game of Thrones
The Walking Dead
Homeland

Cast d’insieme film:
All Is Lost
Fast and Furious 6
Lone Survivor
Rush
The Wolverine